Header Top
Logo
Lunedì 10 Dicembre 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Spettacolo
  • Cinema: Gazzetta Sport, ‘Diciannove e settantadue’ film su Mennea

colonna Sinistra
Mercoledì 8 maggio 2013 - 12:29

Cinema: Gazzetta Sport, ‘Diciannove e settantadue’ film su Mennea

(ASCA) – Roma, 8 mag – E’ in edicola con La Gazzetta delloSport, in collaborazione con Rai Eri, il film ”Diciannove esettantadue” dedicato al grande corridore Pietro Mennea eprodotto da Centro Sperimentale di Cinematografia Production,Sharoncinema Production, RAI Radio Televisione Italiana conla collaborazione di Apulia Film Commission.

Il lungometraggio, del regista Sergio Basso, racconta Mennea,alternando fiction a immagini di archivio, interviste,testimonianze inedite e restituisce in maniera nonagiografica ma completa i diversi aspetti dell’atleta edell’uomo.

Gia’ dal titolo, 19”72, che richiama alla memoria il recordmondiale in Messico, il film ripercorre la sua carriera diatleta: l’esordio ai Giochi (Monaco ’72); il successo allaCoppa Europa ’75 di Nizza dove per la prima volta riusci’ abattere il sovietico Valery Borzov; la delusione per il terzoposto a Montreal ’76; l’apice del record del mondo alleUniversiadi messicane, con 19”72; l’oro a Mosca negli anni’80 con l’incredibile rimonta su Wells; il ritiro (a soli 28anni) nel 1981, e il clamoroso ritorno alle corse perpartecipare alla sua ultima Olimpiade, a Seul ’88.

Il film indugia anche sugli aspetti piu’ intimi attraverso lebelle interviste alla moglie Manuela e alla sorella Angela,sui sacrifici e sul percorso umano dell’atleta, che lo hannofatto amare al di la’ delle imprese sportive. Un puglieseemigrato per sport che da ragazzo non aveva neanche una pistaper allenarsi e che si scopri’ nato per correre i duecentometri. Con il regista Sergio Basso, Mennea si apre e ricapitola lasua straordinaria esistenza nella parte conclusiva del filmnella quale, autoironico e sereno, ricorda gli sforzi: ”Hovissuto 5.483 giorni praticamente come un frate trappista. Misono allenato a Natale, a Capodanno e a Pasqua” ma anche, inmaniera straordinariamente asciutta, alcuni suoi ”numeri”:”Ho disputato 528 gare, 419 individuali e 109 di staffetta,ho vestito per 52 volte la maglia della Nazionale, ho corsola mia ultima gara l’8 settembre 1988”.

Il film ”Diciannove e settantadue” e’ stato presentato inanteprima mondiale al Festival del Cinema Europeo di Lecce ede’ in edicola con La Gazzetta dello Sport a 10,99 euro, oltreal prezzo del quotidiano.

com-ram

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su