martedì 06 dicembre | 23:29
pubblicato il 18/ott/2016 11:06

Biglietti gratuiti per gli under 26 anni in 30 teatri milanesi

Iniziativa del Comune insieme alla Camera di Commercio

Biglietti gratuiti per gli under 26 anni in 30 teatri milanesi

Milano, 18 ott. (askanews) - I giovani con meno di 26 anni possono aggiudicarsi biglietti gratuiti per spettacoli messi in scena da 30 teatri milanesi convenzionati. Lo prevede l'iniziativa "Una Poltrona per te" promossa dal Comune di Milano insieme alla Camera di Commercio di Milano. È già possibile prenotare sul sito www.unapoltronaperte.it. Ciascun spettacolo è prenotabile dalle ore 15.30 del giorno di distribuzione, inteso come giorno di apertura del rilascio dei biglietti. I Teatri sono autorizzati al controllo del documento di identità valido. Per ogni spettacolo è possibile prenotarne due inviti a persona. Per ogni distribuzione si può prenotare uno spettacolo. Le prenotazioni si chiuderanno il giorno prima dello spettacolo.

"Una Poltrona per te, insieme a Invito a Teatro, - ha scritto in una nota Filippo Del Corno, assessore alla Cultura del Comune di Milano - è una delle iniziative principali per stimolare la domanda di cultura nel pubblico più giovane, che è e sarà il pubblico di domani. Grazie a Una Poltrona per te la straordinaria ricchezza della produzione dei teatri milanesi viene messa a sistema in un cartellone unico offerto gratuitamente per stimolare il pubblico a scoprire la magia del teatro".

"La Camera di commercio - ha aggiunto Federica Ortalli, membro di giunta della Camera di commercio di Milano - partecipa a questa iniziativa dedicata in particolare ai giovani e apprezzata da ragazze e ragazzi. Si tratta di un'opportunità per incoraggiare la partecipazione giovanile alle rappresentazioni teatrali, per rafforzare il settore culturale e per contribuire a rendere Milano più accogliente, animata e vivibile".

TAG CORRELATI
ARTICOLI CORRELATI
Robotica
Su Science Robotics il punto in un articolo Sant'Anna Pisa e IIT
Campidoglio
Indeterminatezza Raggi
Alluvione
"Ministero e Regione Piemonte non perdano tempo"