giovedì 08 dicembre | 11:23
pubblicato il 01/dic/2016 12:03

Roma, Cna lancia campagna di pressione anti-Bolkestein su Comune

"Aridatece er banco sotto casa"

Roma, 1 dic. (askanews) - "Aridatece il banco sotto casa": è il grido d'allarme della Cna di Roma che chiede, al fianco degli operatori dei mercati, all'amministrazione capitolina di sollecitare il Governo nazionale a intervenire per escludere il commercio su area pubblica dall'applicazione della direttiva Bolkestein e di prorogare il rinnovo di almeno due anni. "Se non modificata, la direttiva Bolkestein applicata al rinnovo delle concessioni delle postazioni nei mercati rischia di mettere in ginocchio gli operatori e di privare i romani dei loro banchi di fiducia.

Le concessioni per 12mila postazioni nel solo Comune di Roma scadono infatti il prossimo 7 maggio, dunque il Campidoglio ha pochi mesi a disposizione per rimetterli a bando. Una missione impossibile. Per questo abbiamo organizzato in collaborazione con S.A.C.E.A e Mercati Settimanali Roma a partire da oggi quindici giorni di mobilitazione all'interno dei mercati, per sensibilizzare anche gli utenti che rischiano di non trovare più il banco di fiducia sotto casa. " così Giovanna Marchese Bellaroto, presidente di Cna Commercio.

La mobilitazione inizia oggi e andrà avanti fino al prossimo 15 dicembre nei molti mercati della Capitale che hanno aderito: Colli Albani, Ponte Milvio, Piazza dell'Unità, Magna Grecia, Epiro, Garbatella, Spinaceto, Tor De' Cenci, Laurentino 38, Vigna Murata, Grotta Perfetta, Montagnola, Navigatori. Tutti i cittadini potranno contribuire alla battaglia per escludere i mercati dalla Bolkestein inviando un sms al numero 3202041938. A un'ora dal lancio erano arrivati già 200 sms. Il più affettuoso? "Ma se Antonio non c'è, chi mi prepara le puntarelle fresche la mattina?!

TAG CORRELATI
ARTICOLI CORRELATI
Medicina
Nuova frontiera contro il cancro
Campidoglio
Non necessariamente Metro
Bilancio
Zingaretti scalda motori campagna elettorale