domenica 04 dicembre | 00:47
pubblicato il 18/ott/2016 13:22

Lazio, Visini: con progetto 'Rete antitratta' vicino a cittadini

Creiamo un modello

Roma, 18 ott. (askanews) - "Secondo il Global Slavery Index nel mondo ci sono 46 milioni di persone che subiscono forme moderne di schiavitù, di cui quasi 130mila in Italia: sono soprattutto prostitute, ma anche lavoratori agricoli, manovali, ambulanti e molti bambini impiegati per l'accattonaggio" ha detto Rita Visini, assessore alle Politiche sociali, sport e sicurezza della Regione Lazio commentando la "Rete antitratta Lazio". Per Visini "sono numeri enormi davanti ai quali la Regione Lazio ha scelto di non rimanere con le mani in mano: il nostro progetto punta a mettere in rete il sistema regionale dei servizi sociali con il Terzo settore e a creare un modello di governance degli interventi antitratta per liberare dallo sfruttamento quante più persone possibile, puntando sui percorsi di autonomia".

TAG CORRELATI
ARTICOLI CORRELATI
Spazio
L'annuncio alla ministeriale Esa. Giannini: Siamo molto orgogliosi
Beni culturali
Reperto era in Olanda, individiato da carabinieri del comando Tpc
Astronomia
Al centro di un ammasso distante da noi 10 miliardi anni luce