lunedì 05 dicembre | 05:48
pubblicato il 29/nov/2016 14:27

Faraone ad Agrigento: avrete nostro aiuto per ondata maltempo

Per l'edilizia scolastica in Sicilia pronti più di 200 milioni

Roma, 29 nov. (askanews) - "Il Governo nazionale è vicino alle popolazioni colpite dal maltempo: non lasceremo soli amministratori e cittadini nel fronteggiare questa calamità, asseconderemo la richiesta dello stato d'emergenza e garantiremo i risarcimenti. Tante famiglie hanno diritto a un ritorno immediato alla vita normale, partendo dalle scuole e dalla loro messa in sicurezza, e per questo siamo pronti a investire oltre 200 milioni di euro". Lo ha detto il sottosegretario all'Istruzione Davide Faraone che oggi, a Sciacca, ha incontrato i sindaci e i dirigenti scolastici di alcuni dei Comuni della provincia di Agrigento colpiti dal maltempo.

"Ho voluto incontrare chi, in questi giorni, è in prima linea per fronteggiare l'emergenza - dice Faraone - a loro ho voluto esprimere il ringraziamento del Governo nazionale che proprio ieri, con il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, ha assicurato attenzione per la Sicilia e per tutti i territori colpiti dal maltempo. Il Governo è impegnato a garantire a tutti il ritorno alla vita normale, ma per farlo dobbiamo anzitutto rendere le scuole il luogo più sicuro per i giovani: è nostra intenzione destinare alla Sicilia con il Piano mutui oltre 100 milioni di euro per l'edilizia scolastica nel 2017, più di quanto speso nel 2015 e nel 2016 messi insieme. Con il Pon edilizia potremmo avere a disposizione altri 110 milioni di euro, da raddoppiare grazie ai fondi Por. Il tutto passa da una seria programmazione e dall'individuazione di criteri e priorità, per le quali servirà una stretta collaborazione fra istituzioni nazionali e locali. Il Governo è pronto a fare la sua parte".

TAG CORRELATI
ARTICOLI CORRELATI
Spazio
L'annuncio alla ministeriale Esa. Giannini: Siamo molto orgogliosi
Beni culturali
Reperto era in Olanda, individiato da carabinieri del comando Tpc
Astronomia
Al centro di un ammasso distante da noi 10 miliardi anni luce