martedì 21 febbraio | 04:56
pubblicato il 30/nov/2016 14:55

Maltempo, in Veneto:prosegue pre-allerta per transito piena Po

Criticità idraulica per comuni rivieraschi fino al 2 dicembre

Venezia, 30 nov. (askanews) - Prosegue lo stato di pre-allerta per il passaggio della piena del Po. Il Centro Funzionale Decentrato della Regione del Veneto, al fine di garantire un monitoraggio costante della situazione e la massima prontezza operativa del Sistema di Protezione Civile, ha dichiarato lo stato di criticità idraulica per l'area del delta del Po e i comuni rivieraschi del bacino Po-Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige da oggi sino alle ore 14 di venerdì 2 dicembre.

Nel tratto veneto dell'asta del fiume Po - avverte il Centro Polifunzionale - il lento decremento dei livelli idrometrici comporterà la graduale emersione delle aree golenali a partire da quelle a quota più elevata. Si raccomandano pertanto opportuni sopralluoghi al fine di verificare lo stato di accessibilità dei luoghi con particolare riferimento alle attività produttive e ricreative che sorgono nelle aree golenali aperte e chiuse, soggette ad allagamento durante gli eventi di piena.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lega
Autonomia, Salvini: referendum Veneto e Lombardia in autunno
Lombardia
Regione Lombardia rinnova collaborazione con collegio guide alpine
Unicredit
Unicredit, Fondazione Crt ha sottoscritto aumento capitale
Lombardia
Nominati nuovi componenti del consiglio direttivo di Ascovilo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia