giovedì 23 febbraio | 11:22
pubblicato il 18/ott/2016 14:54

Due fotografi della Magnum raccontano il distretto della concia

In provincia di Vicenza le foto di Stuart Franklin e Mark Power

Due fotografi della Magnum raccontano il distretto della concia

Milano, 18 ott. (askanews) - Atipografia presenta The Perfect Tannery, progetto fotografico inedito appositamente concepito, dedicato alla valle del Chiampo, il più esteso e importante distretto della concia in Italia.

Il progetto, a cura di Elena Dal Molin e Lynda Scott, nasce da un'idea di Gaetano Castellini Curiel ed è promosso dalle otto maggiori aziende della filiera della concia (Conceria Montebello, Rino Mastrotto Group, ICA, Dani, Gruppo Mastrotto, Adelaide, Faeda, Bonaudo) insieme al depuratore Acque del Chiampo, UNIC - Unione Nazionale Industria Conciaria, Confindustria Vicenza sezione della Concia, Intesa Sanpaolo e Comune di Arzignano.

The Perfect Tannery è una riflessione identitaria di respiro internazionale su questa particolare realtà produttiva che genera l'1% del PIL italiano e il 51% del fatturato italiano del settore e conta 430 imprese e 8300 addetti in 130 chilometri quadrati.

A condurla sono stati chiamati due grandi maestri della fotografia, entrambi membri di Magnum Photos: Stuart Franklin (Londra, 1956) e Mark Power (Harpenden, 1959). La mostra, con due inediti percorsi paralleli, racconta il rinnovato volto del distretto e si terrà da sabato 15 ottobre a domenica 18 dicembre negli spazi di Atipografia, associazione no profit per la promozione e sviluppo della cultura contemporanea ad Arzignano (Vicenza).

La centenaria tradizione della produzione conciaria nella provincia vicentina ha voluto rinnovarsi sposando un modello di economia circolare e sostenibile: la mostra delinea la realtà del distretto della concia che ha saputo unire la propria tradizione di passione e competenza con la scienza tecnologica più avanzata. The Perfect Tannery è il racconto tra passato e presente, tra tecnologia e ambiente della capacità manifatturiera di un'eccellenza italiana e del territorio che la ospita.

La mostra si sviluppa su un duplice filone narrativo: da una parte Franklin indaga l'acqua come elemento naturale del territorio e nel suo fondamentale utilizzo industriale per il distretto; dall'altra l'obiettivo fotografico di Power esplora il mondo della produzione conciaria e le sue tecnologie innovative.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lazio
Fiumicino: inaugurato il Ponte del 2 giugno, 50 giorni di lavori
Yara
Caso Yara, testimone Bigoni a Oggi: madre Bossetti dice la verità
Taxi
Protesta Taxi, Federfarma Roma: siamo con loro
Lazio
Lazio, Zingaretti a Raggi: si faccia presto su Ponte della Scafa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Nestlé eliminerà 18.000 tonn. di zucchero da prodotti entro 2020
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
A Tallinn in Estonia un robot fattorino fa consegne a domicilio
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech