sabato 03 dicembre | 21:18
pubblicato il 18/ott/2016 15:36

Una perturbazione tira l'altra. Da giovedì più freddo al Nord

Ondata di maltempo dall'Atlantico, tra precipitazioni e schiarite

Una perturbazione tira l'altra. Da giovedì più freddo al Nord

Roma, 18 ott. (askanews) - Settimana molto dinamica dal punto di vista meteorologico: una serie di perturbazioni di origine atlantica transiteranno sull'Italia, portando precipitazioni. Lo affermano i meteorologi del Centro Epson Meteo. La prima di queste perturbazioni sta transitando oggi, mentre per le successive vi sono ancora incertezze in termini di tempistica e traiettoria: una seconda potrebbe giungere tra la fine di mercoledì e la giornata di giovedì, ma è ancora presto per dare ulteriori dettagli. Dal punto di vista termico si profila un progressivo ridimensionamento rispetto agli attuali valori, con un calo che potrebbe essere più evidente al Nord nella seconda parte della settimana.

DOMANI - In tutte le regioni nuvolosità variabile alternata a schiarite, più ampie e durature all'estremo Nordovest. Sin dal mattino, domani, possibili precipitazioni deboli e isolate su estremo Nordest, Liguria centrale e Sicilia meridionale; tra pomeriggio e sera locali piogge possibili tra Liguria centro-orientale, alta Toscana, Val Padana centro-orientale ed estremo Nordest. Isolate precipitazioni anche sulle zone interne del Centro, insistono i rovesci sulla Sicilia in estensione alla bassa Calabria. Comincia ad abbassarsi la quota delle nevicate sulle Alpi orientali (1600 metri). Temperature massime in lieve calo al Nord, in lieve rialzo al Centro. Venti di Maestrale in sensibile rinforzo sulla Sardegna.

GIORNI SUCCESSIVI - Giovedì saremo alle prese con una nuova perturbazione che dall'Europa centrale scenderà verso le nostre regioni portando una marcata instabilità con locali piogge e rovesci intermittenti che interesseranno parte del Nord al mattino, estendendosi verso le regioni centrali nel pomeriggio, per poi interessare l'estremo Sud in serata. Temperature in calo al Nord, regioni tirreniche e Sardegna. Quota neve sulle Alpi orientali in calo fino a 1100-1400 metri. Venti in generale rinforzo. Venerdì questa perturbazione interesserà soprattutto il Centrosud, mentre nei giorni successivi le piogge e l'aria fredda tenderanno ad allontanarsi verso l'Europa settentrionale, lasciando probabilmente spazio ad una nuova graduale risalita di aria più calda dal Nord Africa.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Incidenti lavoro
Operaio di 23 anni muore a Torino in azienda di panettoni
Spettacolo
Ordine di Malta: Antonio Polese non era un cavaliere di Malta
Immigrati
Torino, presidio di Forza Nuova contro occupazione ex Moi
Incidenti lavoro
Operaio di 23 anni muore a Torino in azienda di panettoni-rpt
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari