lunedì 27 febbraio | 10:45
pubblicato il 30/nov/2016 15:20

Turismo, in Toscana previsioni in crescita fino almeno al 2022

Irpet: favorevoli condizioni macroeconomiche internazionali

Firenze, 30 nov. (askanews) - Toscana e turismo: secondo Irpet resta positivo lo scenario per gli anni 2017-2022, dominato dal trend di fondo crescente del turismo internazionale (+4% annuo) rispetto al quale l'Europa resta la prima destinazione al mondo e la Toscana una delle mete più desiderate. Sono dati diffusi nel corso dell'edizione 2016 di Bto.

A sostegno del trend, il persistere di un basso livello delle quotazioni del greggio, il recupero di accettabili ritmi di crescita di alcuni paesi europei e la crescita moderata, ma continua, dei paesi che rappresentano fondamentali mercati di origine dei flussi per il nostro territorio: Germania, Francia e UK, ma anche della stessa Italia, in particolare quella centro settentrionale. Tutto questo, in sintesi, concorrerebbe a disegnare un quadro potenzialmente favorevole alla crescita del turismo in Toscana.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Criminalità
A Napoli rapine e "cavalli di ritorno": 47 misure cautelari
Puglia
Ritrovata dalla polizia la salma di Antonio Piccininno
Musica
Annullato per motivi di salute il "Free Soul" di Ornella Vanoni
Papa
Papa Francesco: non si può servire Dio e la ricchezza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech