mercoledì 22 febbraio | 17:38
pubblicato il 18/ott/2016 15:00

Terremoto, sindaco: oggi gente Amatrice non sarà più nelle tende

In arrivo le roulotte dalla Regione Lazio

Roma, 18 ott. (askanews) - Oggi, dopo il sisma del 24 agosto che ha devastato la zona, "la gente di Amatrice non sarà più nelle tende. E' stato fatto un lavoro straordinario grazie alla Protezione Civile e gli psicologi. Nelle tende erano rimaste le ultime persone, soprattutto allevatori. Gente abituata a lottare contro le avversità. Stavano aspettano le roulotte che arriveranno oggi dalla Regione Lazio e la Protezione Civile": lo ha detto il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, ospite di "Sport2000" il programma sportivo di Tv2000.

"Dopo 48 giorni, un periodo record perché a L'Aquila le tende sono rimaste da aprile fino a ottobre - ha aggiunto Pirozzi - la gente troverà la propria sistemazione e dignità. La mia gente ha capito che per avere le case bisognava liberare le aree. Siamo un popolo di gente sfrattata a tempo e non di terremotati perché chi è terremotato lo è per tutta la vita. Noi ritorneremo nelle nostre case".(Segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lazio
Fiumicino: inaugurato il Ponte del 2 giugno, 50 giorni di lavori
Roma
Sciopero dei mezzi a Roma, la situazione di metro, bus e treni
Yara
Caso Yara, testimone Bigoni a Oggi: madre Bossetti dice la verità
Roma
Arrestati due imprenditori romani per bancarotta fraudolenta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Spazio, astronauti italiani e cinesi lavoreranno fianco a fianco
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
De Caro, alta velocità Brescia-Verona a marzo ok da Cipe