sabato 28 maggio | 05:54
pubblicato il 23/gen/2016 18:39

Valmaggi (Pd): togliere subito scritta Family Day dal Pirellone

Vice presidente del consiglio lombardo scrive a Maroni e Cattaneo

Milano, 23 gen. (askanews) - Togliere subito la scritta "Family day" illuminata dal Pirellone. È la richiesta che Sara Valmaggi, esponente del Pd e vice presidente del consiglio regionale della Lombardia, ha rivolto per lettera al presidente della Regione Roberto Maroni, a quello del consiglio regionale Raffaele Cattaneo e al segretario generale del Consiglio Regionale Romano Colozzi. La Valmaggi "stigmatizza ufficialmente l'uso improprio che la Giunta ha voluto fare del palazzo di Via Filzi 22. Ritengo infatti quantomeno disdicevole che il Pirellone, quale sede del Consiglio Regionale, venga utilizzato per propagandare iniziative di una sola parte" ha scritto.

La Valmaggi ha detto di essere venuta a conoscenza tramite la stampa della volontà della Giunta di utilizzare Palazzo Pirelli per propagandare l'adesione al Family Day, e di aver chiesto, nel corso della seduta dell'Ufficio di presidenza di giovedì 21, se fossero arrivate richieste o comunicazioni in merito. La risposta fu negativa, ma lei comunque ha fatto mettere a verbale di essere contraria, ottenendo l'appoggio della maggioranza dei componenti. Solo nel pomeriggio di venerdì, ha ricostruito, il segretario generale ha inviato una nota con la comunicazione di giunta, che neppure specificava quando l'iniziativa sarebbe partita. Nella serata di venerdì, senza alcuna verifica con l'Ufficio di Presidenza, si è provveduto poi all'illuminazione di parte del Palazzo per comporre la scritta sulla facciata.

"Rilevo che esiste un insieme di regolamenti che, come Ufficio di Presidenza, abbiamo approvato al fine di garantire un utilizzo dignitoso e condiviso degli spazi a nostra disposizione e che, questa scelta unilaterale da parte della Giunta, ha vanificato, umiliando in questo modo il nostro ruolo e il nostro lavoro. Per questi motivi ritengo necessaria l'immediata sospensione dell'iniziativa" ha scritto la Valmaggi, che vorrebbe sapere se sia stato coinvolto in qualsiasi modo il personale del Consiglio, nel caso in cui "i costi aggiuntivi di organizzazione, oltre che quelli di utilizzo dell'energia elettrica, non vengano computati nelle voci di Bilancio".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sisma Emilia
Sisma Emilia, usavano cemento depotenziato, 15 indagati
Comunali
Roma, Berlusconi: sostegno Meloni? No, a ballottaggio va Marchini
Comunali
Roma, Salvini: Marchini al ballottaggio neanche con la biga
Immigrati
Migranti, Alfano: non ha nessun senso centro Ventimiglia aperto
Altre sezioni
Salute e Benessere
L'esperto, contro antibiotico-resistenza servono nuove strategie
Motori
La Seat Ateca in mostra al porto di Barcellona
Enogastronomia
Roberto Castagner, La grappa orgoglio italiano del Made in Italy
Turismo
Regione Lombardia investe 60 mln per "Anno del Turismo lombardo"
Sostenibilità
Barilla nel 2015 cresce in fatturato (+2%) e sostenibilità
Energia e Ambiente
Energia, parte il quadro strategico sui combustibili alternativi
Lifestyle e Design
A Villa D'Este "I voli dell'Ariosto, l'Orlando furioso e le arti
Scienza e Innovazione
Nella culla delle stelle una molecola che fa luce su origini vita
TechnoFun
Mapping 3D sempre più diffuso, soppianta i fuochi d'artificio