venerdì 09 dicembre | 14:35
pubblicato il 29/nov/2016 18:14

In Lombardia codice arancio rischio idraulico localizzato sul Po

Onda di piena in transito in ultimo tratto di territorio lombardo

Milano, 29 nov. (askanews) - La sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia ha confermato la moderata criticità (codice arancio) per rischio idraulico localizzato sul fiume Po sulle zone P07 (Oglio e Mincio-Secchia, stazione idrometrica di Borgoforte, provincia di Mantova) e P08 (Comuni lombardi a valle del Mincio-Secchia, stazione idrometrica di Sermide, provincia di Mantova) e ha indicato il passaggio da codice arancione a giallo (ordinaria criticità) sulla zona PO6 (Taro-Oglio province di Cremona e Mantova, stazioni di Casalmaggiore e Boretto).

Per oggi, dopo le deboli precipitazioni sparse della notte e del primo mattino, il tempo tenderà a divenire stabile con nuvolosità in graduale dissolvimento da est. Il vento, moderato nella notte tende ad attenuarsi fino a divenire debole ovunque. Nella giornata di domani, mercoledì 30/11, il tempo sarà stabile con assenza di precipitazioni ma con rinforzi di vento in montagna. Un'onda di piena è attualmente in transito nel tratto terminale del territorio lombardo: attualmente il colmo di piena è a valle della sezione di Sermide, dove ha superato la soglia di criticità moderata - arancione. I livelli di criticità previsti sono in diminuzione.

Un'onda di piena è attualmente in transito nel tratto terminale del territorio lombardo e indicativamente (in base agli attuali scenari di previsione) i livelli scenderanno sotto tutte le soglie di allerta entro le prossime 48 ore. I livelli del fiume Po nel tratto lombardo sono in generale diminuzione. Ancora per le prossime 24-36 ore, nel tratto terminale del Po lombardo, potrebbero essere interessate le strutture e le attività poste nelle aree golenali aperte. A titolo precauzionale si suggerisce di mantenere interdetto l'accesso alle aree golenali, compreso l'utilizzo delle piste ciclabili, e di prestare la massima attenzione lungo il corso d'acqua.

Nell'ambito del servizio di piena proseguono le attività del personale Aipo lungo l'asta del Po, in stretta collaborazione e coordinamento con il sistema nazionale, regionale e locale di protezione civile. Sono in atto le verifiche sugli argini maestri del Po, argini secondari e sulle chiaviche adibite allo scarico del reticolo secondario. Riguardo alla navigazione fluviale, viene ancora raccomandata la cauta navigazione per elevata velocità della corrente, materiale flottante e ridotti tiranti d'aria sotto i ponti, nel tratto emiliano del fiume Po.

L'Agenzia ha raccomandato tutti gli Enti gestori dei ponti e attraversamenti di volersi attivare per il mantenimento delle sezioni d'alveo in corrispondenza dei manufatti di propria competenza e delle zone limitrofe, eliminando ogni ostacolo rappresentato dal materiale solido galleggiante o trasportato depositatosi nei pressi delle strutture suddette. Al momento risultano chiusi al traffico i ponti della Becca e di località Gerola.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Virginia Raggi: Roma città aperta all'accoglienza degli immigrati
Roma
Cinese scomparsa a Roma, al vaglio telecamere e celle telefoniche
Immigrati
Migranti, Toti: 80% irregolari. Far entrare solo chi ha diritto
Immigrati
Virginia Raggi: nelle periferie si rischia guerra tra gli ultimi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Lungarotti, Cantine aperte a Natale
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina