domenica 26 febbraio | 20:43
pubblicato il 25/gen/2016 11:08

Family day sul Pirellone, Maroni: Regione difende la Costituzione

La scritta è la posizione ufficiale non un'opinione personale

Family day sul Pirellone, Maroni: Regione difende la Costituzione

Milano, 25 gen. (askanews) - Esponendo la scritta "Family day" illuminata sul Pirellone la Regione Lombardia difende la famiglia così come viene riconosciuta dalla Costituzione: lo ha detto il presidente Roberto Maroni questa mattina intervenendo in diretta al programma "La telefonata di Belpietro" su Canale5. "Sono stato attaccato duramente, persino minacciato dalle anime buone della doppia morale, solo per il fatto di aver schierato la Regione a difesa della famiglia così come riconosciuta dalla Costituzione italiana: una società naturale fondata sul matrimonio" ha dichiarato.

"Io sono per i diritti di tutti" ha aggiunto Maroni chiarendo perù che le unioni gay "non possono essere equiparate alla famiglia, come sancito dalla Costituzione e come insegnano la nostra storia, cultura e tradizione. Io difendo questo, la nostra civiltà. Due persone dello stesso sesso vogliono stare insieme? Benissimo, ma non possono pensare di adottare un figlio. I bambini non possono avere 'genitore 1' e 'genitore 2', devono avere mamma e papà" ha dichiarato.

Alle critiche relative alla facciata di Palazzo Pirelli con la scritta Family Day, Maroni ha replicato: "Non si tratta di una mia opinione, è la posizione ufficiale della Regione Lombardia. Perchè noi non possiamo fare ciò e invece Pisapia può sostenere la manifestazione arcobaleno davanti a Palazzo Marino o la Boldrini, presidente della Camera, puo' schierarsi apertamente a favore delle adozioni gay? E' la solita ipocrisia della sinistra".

A proposito delle dichiarazioni di Alfano che ha fatto sapere di non partecipare al Family Day perchè ministro, ma di esse lì con il cuore, Maroni ha commentato: "Penso si stia barcamenando fra le sue convenzioni e la poltrona di ministro. Se passa il ddl Cirinnà la vedo dura per il suo partito rimanere in una maggioranza di governo che approva una legge che stravolge certi principi. Alfano dovrà scegliere fra la coerenza a certe idee e la comoda poltrona di ministro" ha concluso.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Puglia
Ritrovata dalla polizia la salma di Antonio Piccininno
Papa
Papa Francesco: non si può servire Dio e la ricchezza
Stadio Roma
Stadio Roma, capogruppo M5S: si farà non ci saranno meline
Carcere
Giovane suicida a Regina Coeli, l'ultima lettera al fratello
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech