domenica 22 gennaio | 13:11
pubblicato il 12/gen/2017 15:47

Roma: temperature basse e riscaldamenti rotti, a scuola col plaid

Lamentele da numerosi licei della Capitale

Roma, 12 gen. (askanews) - Temperature basse e riscaldamenti rotti. Succede a Roma malgrado le temperature in picchiata e malgrado l'operazione "Scuole calde" voluta dal Campidoglio. Al Talete, storico liceo in Prati. Mentre un guasto all'erogazione dell'acqua costringe gli oltre 2 mila studenti dei licei Augusto Righi e Torquato Tasso a non frequentare le lezioni per il terzo giorno consecutivo. Un guasto analogo si era verificato meno di un mese fà. Problemi che hanno interessato anche scuole elementari ed asili - a San Giovanni, ma anche in Corso Trieste e in pieno centro storico - costringendo i genitori a tornare per riprendere i bambini.

Secondo l'ultimo report pubblicato dal Comune "su un totale di 1.124 impianti termici nelle scuole di competenza di Roma Capitale si sono verificati in tutto 62 malfunzionamenti o mancati avvii, pari a circa il 6% del totale degli impianti a servizio degli edifici scolastici. Su circa 20 di questi si è già intervenuti nella giornata di domenica 8 gennaio 2017. I restanti malfunzionamenti si sono verificati nella mattinata del 9 gennaio e sono stati tutti risolti ad eccezione di 7 situazioni più problematiche".

Genitori sul piede di guerra anche al liceo scientifico Torricelli, a Roma Nord, dove il riscaldamento funziona ma viene acceso intorno alle 9 (anzichè alle 5 come previsto) e spento alle 12: aule e corridoi gelati, tutti in classe con giacca a vento e cappello.

"Molti ragazzi si sono raffreddati - lamenta una rappresentante di classe - anche preside e vicepreside. E se i ragazzi comunque stanno senza riscaldamento dalle 12 alle 14 ora d'uscita, non va meglio ai professori che stanno facendo gli scrutini e restano al freddo fino alle 19".

Di più: "a quanto mi riferiscono altri rappresentanti di classe - aggiunge - al liceo Seneca i ragazzi, senza riscaldamento dal giorno di rientro dalle vacanze di Natale, oggi sono stati rimandati a casa; al Fermi, riscaldamento in funzione nei primi due giorni di grande freddo, oggi spento. Anche da noi al Torricelli oggi se non fosse partito il riscaldamento entro le 9 la preside aveva anticipato che avrebbe rimandato tutti a casa. Poi è stato acceso".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
A Chieti 160 bambini intrappolati in hotel salvati da Carabinieri
Maltempo
Hotel Rigopiano, Prefettura Pescara: 23 i dispersi segnalati
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Maltempo
Hotel Rigopiano, un sopravvissuto operato al braccio: sta bene
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4