domenica 26 giugno | 15:36
pubblicato il 09/apr/2015 18:32

Rimpatriato in Romania Mailat, uccise a Roma Giovanna Reggiani

Sconterà l'ergastolo in un penitenziario della Romania

Roma, 9 apr. (askanews) - Rimpatriato in Romania Romulus Nicolae Mailat: picchiò e uccise Giovanna Reggiani, la sera del 30 ottobre 2007, aggredendola vicino alla stazione ferroviaria Tor di Quinto a Roma, e sconterà l'ergastolo in un carcere romeno.

La questura di Roma ha reso noto che personale del Servizio per la cooperazione internazionale di polizia, Scip, della Direzione centrale della polizia criminale sta rimpatriando oggi in Romania il cittadino romeno Romulus Nicolae Mailat.

E - si spiega - "a seguito delle sentenze penali emesse dal Tribunale di Roma e nell'applicazione del principio del reciproco riconoscimento delle stesse, che irrogano pene detentive o misure privative della libertà personale ai fini dell'esecuzione nell'Unione Europea, quest'oggi lo Scip consegnerà a Bucarest Mailat alle Autorità romene, che sconterà la pena detentiva dell'ergastolo in un penitenziario della Romania".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Omicidio
Lite condominiale finisce in tragedia: ucciso 68enne a Palermo
Puglia
Taranto, 6 morti per incidente stradale
'Ndrangheta
'Ndrangheta, Del Sette: arresto Fazzalari operazione da manuale
Roma
Roma, Assotutela: mezza città nel caos e bloccata per thriatlon
Altre sezioni
Salute e Benessere
Farmaci, Molmed riceve ok condizionato CHMP per commercio Zalmoxis
Motori
Mazda, esordio europeo per la Mx-5 Retractable Fastback
Enogastronomia
Allegrini, il mercato mondiale non si ferma con la Brexit
Turismo
Parigi inaugura il primo hotel galleggiante sulla Senna
Lifestyle e Design
Biennale di architettura, visioni per la città postindustriale
Energia e Ambiente
Rinnovabili, Calenda firma DM su incentivi non fotovoltaico
Moda
Milano Moda, Pal Zileri punta sulla pelle stampata
Scienza e Innovazione
Tutte le novità di YouTube, nuove funzioni per chi crea i video
TechnoFun
Cyber security, le richieste delle compagnie tech al governo Usa