domenica 26 febbraio | 22:56
pubblicato il 09/apr/2015 18:32

Rimpatriato in Romania Mailat, uccise a Roma Giovanna Reggiani

Sconterà l'ergastolo in un penitenziario della Romania

Roma, 9 apr. (askanews) - Rimpatriato in Romania Romulus Nicolae Mailat: picchiò e uccise Giovanna Reggiani, la sera del 30 ottobre 2007, aggredendola vicino alla stazione ferroviaria Tor di Quinto a Roma, e sconterà l'ergastolo in un carcere romeno.

La questura di Roma ha reso noto che personale del Servizio per la cooperazione internazionale di polizia, Scip, della Direzione centrale della polizia criminale sta rimpatriando oggi in Romania il cittadino romeno Romulus Nicolae Mailat.

E - si spiega - "a seguito delle sentenze penali emesse dal Tribunale di Roma e nell'applicazione del principio del reciproco riconoscimento delle stesse, che irrogano pene detentive o misure privative della libertà personale ai fini dell'esecuzione nell'Unione Europea, quest'oggi lo Scip consegnerà a Bucarest Mailat alle Autorità romene, che sconterà la pena detentiva dell'ergastolo in un penitenziario della Romania".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Puglia
Ritrovata dalla polizia la salma di Antonio Piccininno
Musica
Annullato per motivi di salute il "Free Soul" di Ornella Vanoni
Papa
Papa Francesco: non si può servire Dio e la ricchezza
Stadio Roma
Stadio Roma, Meloni: decisione non del sindaco ma di Grillo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech