lunedì 20 febbraio | 15:15
pubblicato il 30/nov/2016 14:20

Regione Lazio: contributo economico per gli orfani del terremoto

2 mila euro l'anno per scuola e formazione

Roma, 30 nov. (askanews) - La Regione Lazio offrirà un contributo annuale di 2mila euro a ciascun bambino e ragazzo rimasto orfano a causa del terremoto del 24 agosto scorso. I beneficiari riceveranno l'assegno fino alla conclusione del percorso scolastico o di formazione professionale. Il provvedimento, attuato di concerto con l'Ipab Asilo Savoia di Roma, ha l'obiettivo di tutelare il più possibile il benessere psico-fisico dei minori che il sisma ha privato delle figure genitoriali. Il contributo è destinato agli orfani di almeno un genitore scomparso a seguito del recente sisma e residente in uno dei Comuni del Lazio al momento del decesso. I beneficiari devono essere minori o anche maggiorenni purché ancora iscritti a una scuola di ogni ordine e grado o a un corso di formazione professionale, compresi i corsi di istruzione e formazione professionale (IeFP) e gli istituti tecnici superiori (ITS).

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit, Fondazione Crt ha sottoscritto aumento capitale
Campidoglio
Roma, possibile incontro Grillo-Raggi nel tardo pomeriggio
Milano
Comune Milano, individuate persone che hanno dato fuoco alle palme
Campidoglio
Roma, Raggi riapre la sala della firma dei Trattati CEE
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, taglio del nastro per Advanced Virgo
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia