giovedì 25 agosto | 13:23
pubblicato il 15/feb/2016 11:46

Astronomia, telescopi puntati al cielo per 'Occhi sulla Luna'

In programma domani l'evento organizzato dall'Università Roma Tre

Astronomia, telescopi puntati al cielo per 'Occhi sulla Luna'

Roma, 15 feb. (askanews) - Domani a Roma è la notte della Luna. Il Dipartimento di matematica e fisica dell'Università degli studi Roma Tre, con la collaborazione dell'Istituto di astrofisica e planetologia spaziali dell'Inaf di Roma, organizza "Occhi sulla Luna", manifestazione per il pubblico dedicata a fisica e astronomia.

La Luna - segnala Media Inaf, il notiziario online dell'Istituto nazionale di Astrofisica - sarà la grande protagonista, dando spettacolo sotto i telescopi dell'Astrogarden del Dipartimento, a disposizione del pubblico per l'occasione. Studenti e ricercatori guideranno i visitatori alla scoperta dell'astronomia con esperimenti, laboratori, dimostrazioni scientifiche, spettacoli, conferenze e seminari.

I temi affrontati saranno tanti e diversi, ma tutti legati dal fil rouge del nostro satellite naturale: si potranno toccare con mano frammenti di cielo, esplorare il Sistema solare, ripercorrere la storia dell'esplorazione lunare o scoprire cosa lega la Luna alla fisica moderna.

Con l'occasione, verrà anche presentato per la prima volta, e in forma sperimentale, il progetto divulgativo "Pianeti in una stanza" dell'Inaf-Iaps, grazie al quale sarà possibile vedere sorgere la Luna e altri satelliti del Sistema solare. Il progetto è realizzato grazie a uno speciale monitor sferico sul quale vengono proiettati dati e mappe delle ultime missioni spaziali e immagini spaziali storiche fornite dalla Fototeca Nasa A. Coradini, attualmente ospitata dall'Area di Ricerca di Roma Tor Vergata.

"La comunicazione della scienza è un aspetto essenziale della scienza stessa", dice Enrico Bernieri dell'Università Roma Tre a proposito della manifestazione. "È importante per noi scienziati per raccontare agli altri quello che facciamo, ed è importante per le persone per capire meglio il mondo che le circonda, e anche per sapere come sono investiti i loro soldi. Tra gli obbiettivi dell'Università, oltre alla missione istituzionale, ovvero la ricerca e la didattica, si va sempre più affermando anche quello di promuovere la diffusione della cultura scientifica, comunicando la scienza al grande pubblico".

Un obbiettivo perseguito dall'Università anche grazie alla partecipazione a progetti di divulgazione come la Notte Europea dei Ricercatori 2016, prevista per il prossimo settembre, di cui Occhi sulla Luna è uno degli evento di lancio. L'appuntamento con il nostro satellite è presso il Dipartimento di Matematica e Fisica, a Roma, dalle 18 e fino a mezzanotte. L'evento è gratuito, ma alcune delle attività proposte sono disponibili solo su prenotazione (il programma è disponibile sul sito di Roma Tre).

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoto
Terremoto Centro Italia: per donare numero solidale 45500
Terremoto
Terremoto, "Solo Affitti": 30.000 case sfitte, diamole a sfollati
Terremoti
Terremoto, Raggi ai romani: no raccolte caotiche generi soccorso
Terremoto
Terremoto Centro Italia, a Roma centri raccolta aiuti nei Municipi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Zika: studio mostra come provoca danni a cervello bimbi
Motori
Tesla annuncia nuove Model S e X con batteria per superdurata
Enogastronomia
Vendemmia, in Trentino partirà in lieve ritardo ma qualità ottima
Turismo
Ambiente, il 18 settembre la terza "Giornata del Panorama"
Sistema Trasporti
Caos a Heatrow, le valigie degli atleti sono tutte uguali e rosse
TechnoFun
Crittografia, Francia e Germania a Ue: serve accesso ai contenuti
Scienza e Innovazione
Ariane 5 lancia in orbita due satelliti per telecomunicazioni
Moda
Conti in rosso per Italia Independent di Lapo, aumento entro anno
Sostenibilità
Green Drop Award: a Venezia 73 sfilano attori e registi "green"