lunedì 05 dicembre | 05:49
pubblicato il 30/nov/2016 11:32

Acer: la rivoluzione si fa in città ma Roma è in ritardo

Drammatica differenza tra la Capitale e il mondo

Roma, 30 nov. (askanews) - Le città del mondo "stanno provando a "progettare la loro rivoluzione". Crescere e competere, offrendo le migliori opportunità di lavoro e la migliore qualità della vita, "diventa una nuova utopia urbana che sta influenzando la pianificazione delle città europee e di altre parti del mondo". Ma l'Italia è in ritardo. "Dalla storia che la ricerca consente di raccontare e dalla comparazione con quello che molte città europee stanno facendo, emerge la drammatica differenza con la situazione in cui versa Roma e con il dibattito culturale che oggi la caratterizza". Suona un po' come un'ammonizione alla Capitale e alle sue isrituzioni uno dei messaggi centrali contenuta nella ricerca del Cresme, dal titolo "World Cities Vision 2030-2050. Come le città del mondo stanno ridisegnando il loro futuro" presentata nel corso dell'Assemblea Annuale dell'associazione dei costruttori romani Acer.(Segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Calcio
Derby a Roma, identificati oltre 100 ultras provenienti da estero
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Riforme
Referendum, ministra Boschi ha votato a Laterina
Riforme
Referendum, Rossi: curare ferite Pd, serve leadership diversa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari