sabato 10 dicembre | 14:17
pubblicato il 18/ott/2016 13:25

Napoli, scoperto arsenale in casa di cugino vittima camorra

Kalashnikov conservato in un borsone tra il letto e il comodino

Napoli, 18 ott. (askanews) - Un arsenale vero e proprio, tra cui un kalashnikov, è stato scoperto dagli agenti del commissariato Scampia in casa di un cugino di una vittima di camorra e di suo padre. L'operazione è scattata ieri nell'ambito degli interventi di polizia che puntano a individuare i nuovi scenari della criminalità organizzata scossa da una nuova lotta tra clan emergenti, soprattutto nei quartieri di Piscinola, Marianella, Chiaiano e Miano. Al centro di perquisizioni le abitazioni di Antonio Amato, 57anni, e di suo figlio Vittorio, 30 anni, quest'ultimo cugino di Salvatore Corrado, vittima di un agguato di camorra, due settimane fa. I poliziotti sono intervenuti in contemporanea nelle due case, distanti un chilometro l'una dall'altra. (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Rossi (Toscana): lo Stato salvi Mps senza esagerazioni stataliste
Milano
Sono albanesi i due giovani travolti ieri da treno nel Milanese
Liguria
Genova, occupa abitazione e aggredisce proprietari: denunciato
Veneto
Banche venete, Zaia: chi ha perso tutto deve avere indietro soldi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina