giovedì 23 febbraio | 20:02
pubblicato il 18/ott/2016 13:25

Napoli, scoperto arsenale in casa di cugino vittima camorra

Kalashnikov conservato in un borsone tra il letto e il comodino

Napoli, 18 ott. (askanews) - Un arsenale vero e proprio, tra cui un kalashnikov, è stato scoperto dagli agenti del commissariato Scampia in casa di un cugino di una vittima di camorra e di suo padre. L'operazione è scattata ieri nell'ambito degli interventi di polizia che puntano a individuare i nuovi scenari della criminalità organizzata scossa da una nuova lotta tra clan emergenti, soprattutto nei quartieri di Piscinola, Marianella, Chiaiano e Miano. Al centro di perquisizioni le abitazioni di Antonio Amato, 57anni, e di suo figlio Vittorio, 30 anni, quest'ultimo cugino di Salvatore Corrado, vittima di un agguato di camorra, due settimane fa. I poliziotti sono intervenuti in contemporanea nelle due case, distanti un chilometro l'una dall'altra. (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Lucherini (Pd): no a stadio Roma avrà ricadute sulla città
Campidoglio
A Roma scuole dell'infanzia senza supplenti, l'ira dei genitori
Campidoglio
Romano (Pd): no anche a stadio Roma, M5s ormai una pena capitale
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech