sabato 21 gennaio | 22:58
pubblicato il 01/dic/2016 12:46

Bindi: con cattura Pesce da Stato bella prova tenacia

Nel condurre difficile battaglia contro i poteri mafiosi

Roma, 1 dic. (askanews) - "La cattura di Marcello Pesce, pericoloso latitante e capo dell'omonima cosca di Rosarno è una bella prova della tenacia e della professionalità con cui lo Stato conduce la difficile battaglia contro i poteri mafiosi. Ringrazio la Dda e la squadra mobile di Reggio Calabria che con lo Sco hanno condotto questa difficile e significativa operazione, colpendo al cuore una delle famiglie 'ndranghetiste più potenti e feroci della Calabria, tra le prime a delocalizzare gli interessi criminali nel Nord Italia". Così in una nota Rosy Bindi, presidente della Commissione Antimafia.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Incidenti stradali
Schianto bus ungherese, a bordo 15-16enni in gita in Francia
Maltempo
Hotel Rigopiano, Prefettura Pescara: 23 i dispersi segnalati
Maltempo
A Chieti 160 bambini intrappolati in hotel salvati da Carabinieri
Maltempo
Hotel Rigopiano, 5 le vittime: trovato il corpo di un uomo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4