lunedì 16 gennaio | 20:17
pubblicato il 29/nov/2016 14:36

Ambasciatore Ucraina: inchiesta su morte Rocchelli ancora aperta

Il fotoreporter italiano ucciso nel 2014 nel Donbass

Roma, 29 nov. (askanews) - L'inchiesta sulla morte del fotoreporter italiano Andrea Rocchelli, ucciso due anni fa nell'Ucraina orientale assieme al collega russo Andrei Mironov, "è ancora aperta". L'ha detto oggi l'ambasciatore ucraino in Italia Yevgen Perelygin, rispondendo alle domande dei giornalisti.

Ottobre i genitori del giornalista italiano hanno lanciato un appello per chiedere la verità sull'uccisione dei due giornalisti, che si trovavano nel Donbass, e hanno lamentato il fatto che da parte ucraina si volesse chiudere l'inchiesta senza aver definito le responsabilità di quanto accaduto.

L'ambasciatore ucraino, dal canto suo, ha affermato che sarà "difficile identificare le responsabilità per il caos del momento" nel quale l'uccisione è avvenuta.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello