lunedì 27 febbraio | 11:34
pubblicato il 29/nov/2016 14:36

Ambasciatore Ucraina: inchiesta su morte Rocchelli ancora aperta

Il fotoreporter italiano ucciso nel 2014 nel Donbass

Roma, 29 nov. (askanews) - L'inchiesta sulla morte del fotoreporter italiano Andrea Rocchelli, ucciso due anni fa nell'Ucraina orientale assieme al collega russo Andrei Mironov, "è ancora aperta". L'ha detto oggi l'ambasciatore ucraino in Italia Yevgen Perelygin, rispondendo alle domande dei giornalisti.

Ottobre i genitori del giornalista italiano hanno lanciato un appello per chiedere la verità sull'uccisione dei due giornalisti, che si trovavano nel Donbass, e hanno lamentato il fatto che da parte ucraina si volesse chiudere l'inchiesta senza aver definito le responsabilità di quanto accaduto.

L'ambasciatore ucraino, dal canto suo, ha affermato che sarà "difficile identificare le responsabilità per il caos del momento" nel quale l'uccisione è avvenuta.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech