mercoledì 22 febbraio | 01:24
pubblicato il 06/mag/2015 13:44

Zanetti: impensabile restituire indicizzazione a quelle alte

Governo al lavoro per creare situazione sostenibile

Zanetti: impensabile restituire indicizzazione a quelle alte

Roma, 6 mag. (askanews) - E' "impensabile restituire le pensioni di molte volte superiori alla minima". Lo ha detto ai cronisti a Montecitorio il segretario di Scelta Civica e sottosegretario all'Economia, Enrico Zanetti, commentando la sentenza della Corte Costituzionale che ha bocciato il blocco dell'indicizzazione delle pensioni previsto dalla riforma Fornero.

"Il governo - ha spiegato Zanetti - è al lavoro in questo momento per creare una situazione sostenibile", ma "per quanto riguarda Scelta Civica dico che è impensabile pensare di andare a restituire l'indicizzazione anche per le pensioni di molte volte superiori alla minima in un contesto in cui si sono chiesti sacrifici importanti ai pensionati di domani che avranno il contributivo e non il retributivo e ai quasi pensionati che si sono visti spostare l'asticella proprio in vista del traguardo. Ciascuno deve fare la sua parte".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia