sabato 10 dicembre | 05:59
pubblicato il 29/gen/2013 14:53

Welfare: Camusso, tagliate le risorse ma il Paese non e' ripartito

(ASCA) - Roma, 29 gen - ''Il 75% della spesa in meno in questa epoca e' piu' o meno la relazione diretta con i non trasferimenti dallo Stato alle amministrazioni locali a questo fine, al quale bisogna aggiungere poi i tagli nazionali come ad esempio all'istruzione e alle pensioni. E' il segno di una politica che c'e' stata e che noi abbiamo cercato di contrastare: quella che ha pensato che tagliando lo stato sociale e l'intervento pubblico si faceva ripartire il Paese''. A dirlo Susanna Camusso, leader della Cgil. ''In realta' - ha aggiunto - si e' solo determinato che le persone stanno peggio''. bet/res

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina