mercoledì 07 dicembre | 15:33
pubblicato il 02/apr/2014 12:17

Voto scambio: Brunetta scrive a Napolitano, si corregga testo Senato

(ASCA) - Roma, 2 apr 2014 - ''L'esigenza di riformare il reato di voto di scambio politico-mafioso e' avvertita da tempo, sia da parte degli addetti ai lavori, che da parte della politica''. E' quanto scrive Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, in una lettera inviata al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. ''Il Parlamento aveva quindi avviato l'esame di un testo di riforma dell'articolo 416-ter del Codice penale, con l'appoggio di tutte le forze politiche. Il testo unificato approvato all'unanimita' dalla Camera il 16 luglio 2013 rappresentava un buon punto di equilibrio tra la necessita' di punire lo scambio elettorale politico-mafioso e quella di garantire i principi costituzionali della proporzionalita' e della tassativita' della legge penale, nonche' della necessaria offensivita' del reato. Il passaggio in seconda lettura in Senato, che ha modificato l'impianto approvato in prima lettura alla Camera, ha prodotto invece un testo che si espone ad ampie e fondate critiche innanzitutto a cagione della sua evidente indeterminatezza, che porta la disposizione in esame ad un'evidente violazione dell'articolo 25, comma 2, della Costituzione''. ''La formulazione dell'articolo 416-ter c.p. approvata dal Senato risulta modificata sotto alcuni fondamentali aspetti; in particolare, la condotta illecita viene ora qualificata mediante l'accettazione della ''promessa' di procurare voti, anticipando la soglia di punibilita' del reato che viene legata ad una condotta che precede l'azione. La nuova qualificazione della condotta illecita pone evidenti criticita' dal punto di vista del diritto processuale penale, atteso che la scelta operata dal Senato corre il rischio di far ritenere provata la gravita' indiziaria dell'accettazione della promessa sulla scorta della mera dichiarazione processuale del promittente; potrebbero quindi attivarsi indagini sulla base della sola ''parola' pronunciata nei confronti di un soggetto relativamente all'esistenza del patto illecito senza che, in realta', sussistano prove concrete, attribuendo, in tal modo, un potere enorme alla magistratura inquirente''. ''In particolare poi, si segnala che il testo approvato dal Senato introduce, come corrispettivo della promessa di procurare voti, la ''disponibilita' a soddisfare gli interessi o le esigenze dell'associazione mafiosa' prevedendo, in tal modo, una formulazione generica e indeterminata della fattispecie di reato che comporterebbe la necessita' di una riflessione in ordine al contrasto con il principio di tassativita' della legge penale''. ''La presente lettera e' un appello affinche' gli interventi e i richiami di questi giorni non restino inascoltati; la riforma dell'articolo 416-ter del Codice penale non puo' essere animata da spinte emotive, in particolare in prossimita' delle prossime elezioni europee, ma deve essere ispirata ai canoni cui un buon legislatore penale e' tenuto ad attenersi per non determinare la creazione di una normativa equivoca, nella quale risulteranno ancora piu' difficili gli sforzi giudiziari e investigativi'', conclude Brunetta. com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Mattarella frena corsa al voto,prima sistema elettorale uniforme
Governo
Renzi: governo istituzionale ma largo, sennò non temo voto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Dopo il panettone in Gran Bretagna volano bollicine Pignoletto
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni