martedì 17 gennaio | 19:06
pubblicato il 16/giu/2011 05:10

Voci di strappo Lega, ma Berlusconi 'vola' con Bossi: Non rompe

Pdl teme mossa ministri Carroccio e nuove rivelazioni inchieste

Voci di strappo Lega, ma Berlusconi 'vola' con Bossi: Non rompe

Roma, 16 giu. (askanews) - Michaela Biancofiore, lasciando Palazzo Grazioli, assicura ai cronisti che le è sembrato di sentire "il ruggito del leone". Ma ad ascoltare bene, dalle parti di Silvio Berlusconi si sente anche qualche scricchiolio. La nuova ondata giudiziaria che ha colpito un parlamentare del Pdl come Alfonso Papa e un uomo vicino a Gianni Letta come Bisignani non lasciano indifferente il quartier generale del premier. Anzi accrescono, se possibile, la sensazione di accerchiamento e il timore di nuove rivelazioni e coinvolgimenti. Così come l'avvicinarsi dell'appuntamento cruciale di Pontida, accompagnato quotidianamente da proclami più o meno bellicosi di Roberto Maroni, non rende il clima dei migliori. Ad ascoltare l'entourage del presidente del Consiglio, però, dal faccia a faccia ad alta quota con Umberto Bossi il premier non sarebbe uscito insoddisfatto, convinto che "l'amicizia di Umberto" riuscirà a sciogliere una volta di più anche i più intricati nodi politici. Certo, avrebbe spiegato il Cavaliere, il senatùr sul prato verde del raduno lancerà parole di fuoco, "fara uno show". Ma non strapperà, almeno così gli è sembrato di capire sull'aereo di Stato che li riportava a Roma. In realtà non di summit a due si è trattato - come avrebbe preferito Berlusconi, convinto della necessità di far pesare il rapporto personale con Bossi - ma di vertice allargato anche ad altri. Per il premier, insomma, l'amicizia con Bossi permetterà di raggiungere una volta di più un equilibrio. Forse anche a causa del fatto che i due leader si ritrovano legati a doppio filo, per la prima volta messi in discussione più o meno sottovoce dai propri subalterni. L'incontro, programmato da ventiquattro ore, è servito a Berlusconi anche per testare con mano le intenzioni dell'alleato, visto che le voci circolate nelle ultime ore ai massimi livelli del Pdl non erano incoraggianti. A via dell'Umiltà era infatti giunta una 'voce', girata subito al 'capo': i ministri leghisti a Pontida rimetteranno il mandato nelle mani di Bossi, che deciderà il da farsi dopo l'intervento di Berlusconi in Parlamento. Una lacerazione, non uno strappo definitivo, che prendendo spunto dalle mosse finiane di Bastia Umbra si sarebbe però dovuto concludere in modo diverso, senza spargimento di sangue. Calma e sangue freddo, sembra dire invece il Cavaliere quando lascia trapelare la convinzione che a Pontida andrà bene, che Tremonti non si opporrà alla riforma fiscale. Molta preoccupazione in più, invece, la genere quello che per Berlusconi è un incessante pressing mediatico-giudiziario. Proprio oggi il premier, provato per la morte del fraterno amico Romano Comincioli, non ha mancato di ricordare in alcune conversazioni private la spada di Damocle della sentenza Mondadori e l'ingentissimo danno economico che potrebbe subiro da qui a poco. Qui scatta il timore dell'accerchiamento, delle ombre che sembrano allungarsi anche a causa della vicenda della P4 che chiama in causa esponenti del Pdl. Per questo Berlusconi prova a serrare i ranghi, chiede e anzi invoca unità, giura che Angelino Alfano sarà solo la prima novità del partito e che ne seguiranno altre. Martedì, mercoledì al massimo la maggioranza sarà alla prova dell'Aula della Camera. Lì si toccherà con mano tenuta e numeri che sostengono il governo. L'aria però, nonostante le rassicurazioni del premier, resta pesantissima. Come sintetizza un habituè del vertici di Grazioli, "Berlusconi osserva gli eventi, chiuso nel suo fortino, e noi lì dentro con lui..".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Centrodestra
Salvini sfida Berlusconi su leadership. Cav: io ancora decisivo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa