domenica 26 febbraio | 06:28
pubblicato il 28/mag/2013 18:08

Violenza donne: Brambilla, dobbiamo adeguare le nostre leggi

Violenza donne: Brambilla, dobbiamo adeguare le nostre leggi

(ASCA) - Roma, 28 mag - L'approvazione da parte dell'assemblea di Montecitorio della proposta di legge di ratifica della Convenzione di Istanbul contro la violenza sulle donne ''e' un traguardo importante, auspicato fin da quando, nel settembre scorso, l'Italia ha sottoscritto il testo della convenzione. Ma si tratta solo del primo passo di un cammino che prevede il completamento del processo di ratifica e soprattutto il rapido adeguamento delle norme interne alle prescrizioni del trattato''. Lo afferma in una nota Michela Brambilla, consigliere di Silvio Berlusconi per i temi etici, sociali e solidali. Tra le cose da fare, rileva Brambilla, ''vi sono misure di prevenzione, di sensibilizzazione, di educazione, di informazione e di protezione delle vittime, parte delle quali, come la creazione di case-rifugio, l'allestimento di linee telefoniche gratuite di assistenza alle vittime, l'introduzione di alcune norme penali specifiche, sono gia' una realta' nel nostro Paese. Altre, per esempio il risarcimento dei danni che dev'essere accordato dallo Stato se la riparazione non e' garantita da altre fonti, devono essere ancora attuate''. Per l'ex ministro ''non sarebbe soltanto la giusta risposta al preoccupante incremento dei casi di violenza contro le donne, sempre piu' spesso con esiti mortali, ma la naturale prosecuzione di un ciclo di sviluppo normativo sui temi della parita' e della tutela delle donne che ha veduto protagonisti i Parlamenti delle ultime legislature e, con un ruolo d'impulso, i governi Berlusconi: dalla novella costituzionale del 2002 sulla parita' di accesso agli uffici pubblici e alle cariche elettive all'introduzione, nel 2009, del reato di stalking, dell'arresto obbligatorio in flagranza per la violenza sessuale e la violenza sessuale di gruppo e del gratuito patrocinio, anche in deroga ai limiti di reddito, a favore della persona offesa da alcuni reati a sfondo sessuale''. com-fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech