lunedì 27 febbraio | 21:48
pubblicato il 08/ago/2013 19:37

Violenza donne: Boldrini, decreto segno di nuova consapevolezza

Violenza donne: Boldrini, decreto segno di nuova consapevolezza

(ASCA) - Roma, 8 ago - ''Ha fatto bene il governo, con il decreto approvato oggi in Consiglio dei Ministri, ad affrontare il tema del femminicidio, della violenza contro le donne e dello stalking''. Lo afferma il presidente della Camera Laura Boldrini.

''Cosi' come e' importante - prosegue Boldrini - essersi occupati del problema del cyberbullismo, che riguarda specialmente gli adolescenti e il loro rapporto con il web.

E' altrettanto apprezzabile che nel decreto odierno ci siano misure rivolte agli stranieri che subiscono violenza. Il decreto e' il segno dell'attenzione crescente su questi temi.

Dopo la ratifica della Convenzione di Istanbul da parte delle Camere, il provvedimento di oggi e' un nuovo risultato della consapevolezza che in tema di violenza contro le donne va crescendo nell'opinione pubblica e nella politica'', conclude.

com-ceg/lus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech