martedì 21 febbraio | 20:47
pubblicato il 23/nov/2014 21:33

Verso ok Commissione Ue a manovra Italia, ma con riesame a marzo

Fonti: non ci saranno sorprese, ma ora accelerare su riforme

Verso ok Commissione Ue a manovra Italia, ma con riesame a marzo

Bruxelles, 23 nov. (askanews) - La Commissione europea darà il suo via libera, entro mercoledì, alla legge di stabilità italiana, ma con un avvertimento chiaro al governo: a marzo ci sarà un nuovo esame dei conti pubblici, e soprattutto delle riforme strutturali che saranno state già approvate e avviate, e su quella base l'esecutivo comunitario potrà confermare la "promozione" per l'Italia, se le attese e gli impegni saranno stati rispettati. In caso contrario, la Commissione potrebbe rivedere il suo giudizio positivo, e riaprire il contenzioso sui parametri del Patto di Stabilità.

Lo hanno riferito oggi a Bruxelles fonti comunitarie, confermando le notizie della stampa italiana sul risultato della riunione dei capi di gabinetto dei commissari che si è svolta ieri a Bruxelles, per preparare le decisioni formali che i membri della Commissione prenderanno, probabilmente nella loro riunione di martedì, a Strasburgo.

E' anche possibile, tuttavia, che il collegio dei commissari si riunisca di nuovo mercoledì pomeriggio, sempre a Strasburgo, nel caso in cui la riunione di martedì sia interamente dedicata alla la discussione sul Piano Juncker per gli investimenti da 300 miliardi di euro per far ripartire la crescita economica.

Comunque, che sia martedì o mercoledì, sul via libera alla manovra finanziaria italiana, secondo le fonti, "non ci saranno sorprese" alla riunione dei commissari. "Il bilancio italiano non sarà rimandato indietro" con la richiesta di modifiche, perché "sono state riconosciute le circostanze eccezionali" che aveva invocato il governo, e in particolare la bassa crescita e lo sforzo per le riforme, che giustificano la deviazione dal percorso verso il pareggio strutturale e l'aumento del debito pubblico. "Ci si rivede a marzo", comunque, hanno avvertito le fonti, "per valutare la 'compliance' con il Patto di Stabilità e la continuazione e accelerazione delle riforme strutturali".

Le decisioni della Commissione sulle bozze dei bilanci degli Stati dell'eurozona saranno illustrate dal commissario agli Affari economici e finanziari, Pierre Moscovici, e dal vicepresidente per l'Euro e il Dialogo sociale, Valdis Dombrovskis, in una conferenza stampa a Bruxelles venerdì.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia