mercoledì 18 gennaio | 13:17
pubblicato il 28/apr/2014 12:00

Vendola allo Yad Vashem: chiedere conto a chi tacque

"Diritto sicurezza di Israele non può essere messo tra parentesi"

Vendola allo Yad Vashem: chiedere conto a chi tacque

Roma, 28 apr. (askanews) - "Fare memoria non significa intrecciare ghirlande ed edificare cerimonie, bensì esercitare il giudizio, il discernimento. L'orrore fu industria dello sterminio, burocrazia del male, connivenza culturale, indifferenza, omertà. Fare memoria è doloroso, perché vuol dire chiedere conto a coloro che tacquero e che non vollero ascoltare il pianto degli innocenti". Lo ha scritto oggi a Gerusalemme, Nichi Vendola presidente di Sinistra ecologia libertà e presidente dlela Regione Puglia, nel registro delle testimonianze dei visitatori dello Yad Vashem, nel giorno in cui Israele si è fermata per il Giorno della Memoria dell'Olocausto. Nel pomeriggio Vendola - incontrando la comunità ebraica italiana in Israele - ha affermato che "il diritto alla sicurezza di Israele non può essere messo tra parentesi, è un'esigenza legittima, figlia di una storia di cui dobbiamo farci carico".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Ue
Gentiloni vola da Merkel, sul tavolo conti pubblici e caso Fca
Pd
Renzi a Napoli e Scampia: lontano da flash, vicino a difficoltà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Ricerca, piccole balene cibo preferito da squalo estinto Megalodon
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa