domenica 04 dicembre | 15:57
pubblicato il 17/gen/2012 21:30

Vaticano/ Verso anniversario Concilio, lefebvriani all'attacco

Il 25 gennaio l'annuncio, l'apertura du 11 ottobre di 50 anni fa

Vaticano/ Verso anniversario Concilio, lefebvriani all'attacco

Città del Vaticano, 17 gen. (askanews) - All'avvicinarsi dell'anniversario del Concilio vaticano II, i lefebvriani tornano a criticare la grande assemblea di vescovi e teologi che aggiornò la dottrina della Chiesa cattolica (1962-1965), nel quadro di un complesso dialogo con la Santa Sede voluto dal Papa. Dopo la liberalizzazione del messale pre-conciliare in uso presso tutti i gruppi tradizionalisti (2007) e la revoca nel 2009 della scomunica dei quattro vescovi lefebvriani (Fellay, de Gallareta, de Mallerais e Williamson), la Santa Sede ha svolto due anni di colloqui dottrinali con una delegazione dei seguaci scismatici di monsignor Lefebvre. A conclusione il Vaticano ha sottoposto alla fraternità sacerdotale San Pio X - questo il nome ufficiale - un 'preambolo dottrinale' da sottoscrivere per il pieno reintegro nella Chiesa cattolica. E dopo una prima "documentazione" inviata nelle scorse settimane, ora, riferisce Andrea Tornielli sul sito 'Vatican Insider', sarebbe giunta in Vaticano una seconda risposta, che verrà esaminata dalla pontificia commissione Ecclesia dei. A scanso di equivoci, i lefebvriani hanno reso noto sul loro sito ufficiale che "a complemento" della risposta inviata a Roma il superiore del gruppo tradizionalista, mons. Bernard Fellay, ha inviato a Roma uno studio nel quale l'abate Jean-Michel Gleize asserisce che "su quattro punti, gli insegnamenti del Concilio vaticano II sono evidentemente in contraddizione logica con gli enunciati del magistero tradizionale anteriore": libertà religiosa, ecumenismo, collegialità, ecclesiologia. Il saggio - una risposta a un articolo del vicario generale dell'Opus dei Fernando Ocariz apparso di recente sull''Osservatore romano' - conclude che il Concilio vaticano II- "ha dunque rotto l'unità del magistero" e chiede che "con urgenza sempre più grande" si ponga rimedio alle "gravi deficienze che paralizzano l'esercizio del magistero dall'ultimo Concilio". (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari