martedì 24 gennaio | 12:44
pubblicato il 25/ott/2012 14:55

Vaticano/ Maggiordomo perderà ogni lavoro in Curia romana

Non può essere riassunto in altro dicastero o ufficio Santa Sede

Vaticano/ Maggiordomo perderà ogni lavoro in Curia romana

CIttà del Vaticano, 25 ott. (askanews) - Con "il passaggio della sentenza in giudicato", il maggiordomo del Papa, Paolo Gabriele, "si apre a suo carico la procedura per la destituzione di diritto, prevista dal Regolamento Generale della Curia Romana". Lo spiega la segreteria di Stato vaticana in una nota. La "destituzione di diritto" è la sanzione disciplinare più grave nel regolamento, firmata il nel 1999 dal cardinale Angelo Sodano in attuazione della costituzione apostolica 'Pastor bonus' di Giovanni Paolo II. All'articolo 70, infatti, la normativa prevede, in crescendo, le seguenti sanzioni disciplinari: "l'ammonizione orale, l'ammonizione scritta e l'ammenda pecuniaria", "la sospensione dall'ufficio", "l'esonero dall'ufficio", "il licenziamento dall'ufficio", "la destituzione di diritto". La destituzione di diritto, prevede, all'articolo 79, che "si incorre nella destituzione di diritto per condanna passata in giudicato concernente delitto doloso, commesso anche precedentemente all'assunzione in servizio, pronunciata dalla competente Autorità dello Stato della Città del Vaticano o da quella di altro Stato, che faccia ritenere la permanenza in servizio del dipendente incompatibile con la dignità dell'impiego nella Santa Sede. In questi casi non si richiede accertamento e valutazione dei fatti". Al secondo paragrafo, "la destituzione di diritto va comunicata alla Commissione Disciplinare della Curia Romana per le valutazioni di sua competenza ai sensi dell'art. 29 del Regolamento Pensioni vigente". Al terzo paragrafo, infine, "il destituito di diritto non può essere riassunto in altro Dicastero o Ufficio dipendente dalla Santa Sede".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Grillo: legge elettorale sarà quella che deciderà la Consulta
L.elettorale
Partiti attendono Consulta su Italicum. Già divisi sul day-after
L.elettorale
L.elettorale, Grasso: riforma dovrà attendere motivazioni Consulta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: strategia Ue premessa solido sviluppo attività
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4