lunedì 20 febbraio | 00:49
pubblicato il 12/ago/2014 12:30

*Vaticano: leader islam condannino barbarie su cristiani e yazidi

Pontificio consiglio per Dialogo interreligioso su "califfato" (ASCA) - Citta' del Vaticano, 12 ago 2014 - Dura dichiarazione del Pontificio consiglio per il Dialogo interreligioso, guidato dal cardinale Jean-Louis Tauran, sulla "barbarie" delle violenze dell'autoproclamato Califfato in Iraq. "La situazione drammatica dei cristiani, degli yazidi e delle altre comunita' religiose ed etniche numericamente minoritarie in Iraq - si legge nella nota in francese diffusa dal dicastero vaticano - esige una presa di posizione chiara e coraggiosa da parte dei responsabili religiosi, soprattutto musulmani, delle persone impegnate nel dialogo interreligioso e di tutte le persone di buona volonta'.

Tutti devono essere unanimi nella condanna senza alcuna ambiguita' di questi crimini e denunciare l'invocazione della religione per giustificarli. Altrimenti che credibilita' avranno le religioni, i loro seguaci e i loro capi? Quale credibilita' potrebbe avere ancora il dialogo interreligioso pazientemente perseguito questi ultimi anni?".

"Il mondo intero - si legge nel comunicato - ha assistito stupefatto a cio' che viene ormai chiamato 'la restaurazione del califfato' che era stato abolito il 29 ottobre 1923 da Kamal Ataturk, fondatore della Turchia moderna. La contestazione di questa 'restaurazione' da parte della maggioranza delle istituzioni religiose e politiche musulmane non ha impedito agli jihadisti dello 'Stato islamico' di commettere e continuare a commettere azioni criminali indicibili". Il pontificio consiglio per il dialogo interreligioso, prosegue la "dichiarazione", "denuncia a condanna senza ambiguita'" una serie di "pratiche indegne dell'uomo", dal massacro, la decapitazione, la crocifissione, alla scelta imposta a cristiani e yazidi di convertirsi all'islam o morire, all'espulsione degli abitanti dalle loro citta' all'infibulazione obbligatoria per le donne alla distruzione dei luoghi di culto. "Nessuno potrebbe giustificare una tale barbarie e certamente non una religione".

(segue) Ska

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia