martedì 24 gennaio | 02:55
pubblicato il 18/giu/2012 19:28

Vaticano/ Bertone: Giornalisti come Dan Brown, non siamo divisi

Dopo il 'Tg1' intervista a 'Famiglia cristiana' su Vatileaks

Vaticano/ Bertone: Giornalisti come Dan Brown, non siamo divisi

Città del Vaticano, 18 giu. (askanews) - Il cardinale Tarcisio Bertone ha scelto 'Famiglia cristiana', settimanale cattolico a larga diffusione, per una lunga intervista incentrata sullo scandalo della fuga di documenti riservati (Vatileaks). La copertina - 'Corvi e Ior... solo calunnie' - riassume efficacemente un colloquio con il direttore don Antonio Sciortino nel quale Bertone - dopo una recente intervista al 'Tg1' - risponde alle accuse di essere al centro della crisi vaticana, smentisce che tra cardinali ci sono divisioni e se la prende con le ricostruzioni giornalistiche. "Molti giornalisti giocano a fare l'imitazione di Dan Brown. Si continua a inventare favole o a riproporre leggende", afferma Bertone, che, senza fare nomi, smentisce in particolare la storia del viaggio che il braccio destro del cardinale Angelo Sodano, mons. Piero Pioppo, avrebbe fatto a Genova "con l'incarico di dissuadermi dall'accettare la proposta di papa Benedetto XVI, che mi voleva come Segretario di Stato. E' totalmente falso!". Il cardinale Bertone è stato di recente in Polonia dove, racconta, ha trovato "un clima totalmente diverso dalle meschinità e dalle menzogne propalate in questi mesi". Il principale collaboratore del Papa accenna al fatto che le recenti polemiche siano la reazione all'impegno di Benedetto XVI a favore della trasparenza, ad esempio nei confronti dei preti pedofili ("La grande azione chiarificatrice e purificatrice di Benedetto XVI, sin da quando era prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, in totale sintonia con Giovanni Paolo II, certamente ha dato e dà fastidio"). Ma la spiegazione che da insiste su un altro aspetto, che tende ad invdividuare un nemico esterno, se non ontologico: "La verità è che c'è una volontà di divisione che viene dal maligno". Più specificamente, per Bertone, "c'è un tentativo accanito e ripetuto di separare, di creare divisione fra il Santo Padre e i suoi collaboratori. E tra gli stessi collaboratori". Secondo il salesiano, "la normale e legittima dialettica che deve esistere nella Chiesa assume il volto di una contrapposizione che sembra voler dividere fra amici e nemici". Bertone spiega di non avere "alcun segnale di coinvolgimento di cardinali o di lotte fra personalità ecclesiastiche per la conquista di un fantomatico potere. Come ha detto anche il cardinale Sodano, nell'intervista all'Osservatore Romano, è logico che, discutendo nelle varie riunioni, ci possa essere diversità di opinioni".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4