mercoledì 18 gennaio | 15:10
pubblicato il 24/lug/2012 19:00

Vaticano/ 'Osservatore romano' torna ad essere stampato negli Usa

Prima volta 1997-2011,ora collaborazione con 'Our Sunday Visitor'

Vaticano/ 'Osservatore romano' torna ad essere stampato negli Usa

Città del Vaticano, 24 lug. (askanews) - Da questa settimana l''Osservatore Romano' torna a essere stampato e diffuso negli Stati Uniti. La notizia segna "una nuova promettente tappa nella storia del giornale della Santa Sede e della sua diffusione, una storia lunga 150 anni", scrive il direttore, Giovanni Maria Vian, in un corsivo di prima pagina intitolato - come una nota canzone d'Oltreatlantico - 'Ritorno in America'. "Già nel numero del primo ottobre 1861, meno di cento giorni dopo la nascita del quotidiano, i lettori apprendevano infatti che il foglio stampato nella città del Papa veniva letto non solo 'per tutta l'Italia, nella Svizzera, nella Francia, nell'Inghilterra, in Irlanda' ed era tradotto quotidianamente a Parigi, ma arrivava 'per fino in America'". Molto più tardi, "dopo l'innovazione costituita dall'edizione in lingua tedesca, dal 1986 realizzata in Vaticano e stampata in Germania, la svolta si ebbe negli ultimissimi anni del Novecento, quando le nuove tecnologie permisero la spedizione e la stampa delle edizioni in spagnolo e inglese: dal 1997 in Per e dal 1998 in Messico e negli Stati Uniti (qui l'impresa fu assunta dalla Cathedral Foundation di Baltimora, che l'ha mantenuta sino al 2011), seguiti da India, Argentina, Brasile, Italia, Spagna, Portogallo. Da quest'anno, poi, il sito del giornale (www.osservatoreromano.va) pubblica ogni giorno notizie in sette lingue. Il ritorno in America ? il grande Paese 'laico per amore della religione', come l'ha definito Benedetto XVI parlando con i giornalisti in volo nel 2008 verso gli Stati Uniti ? è stato reso possibile per il giornale della Santa Sede grazie all'accordo con una delle realtà cattoliche più vivaci e radicate negli States, quella dell'editrice 'Our Sunday Visitor'. Con lo scopo di permettere soprattutto ai fedeli e ai lettori statunitensi di leggere subito e integralmente un giornale che guarda sempre di più al mondo".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Ue
Gentiloni vola da Merkel, sul tavolo conti pubblici e caso Fca
Terremoti
Terremoto, Boschi segue situazione. In contatto con Curcio e Errani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Trasporto su rotaia, dal 2020 si viaggerà a levitazione magnetica
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa