domenica 04 dicembre | 05:36
pubblicato il 12/ott/2013 14:40

Vajont: Letta, un atto della memoria per guardare al futuro

(ASCA) - Erto (Pn), 12 ott - L'ha ricordato lui stesso, rivolgendosi alla presidente della Regione, Debora Serracchiani, al sindaco di Erto e Casso Luciano Pizzin, a Mauro Corona, che gli ha donato il suo ultimo libro ed una copia in piu' per il presidente della Repubblica ed a tutti i cittadini che l'hanno accolto oggi tra le brume di Erto: quando accadde la tragedia del Vajont Enrico Letta non era ancora nato.

Anche per questo, ha sottolineato il presidente del Consiglio ''per me questa e' una giornata forte ed impegnativa, una giornata di riflessione su quello che e' successo ma anche un atto della memoria che guarda al futuro''.

A nome del Governo Letta ha offerto al sindaco, che aveva sottolineato il fatto che per 50 anni qui nessun rappresentante dello Stato aveva messo piede, la medaglia di palazzo Chigi ''un piccolo segno per recuperare una disattenzione cosi' profonda'' , ha osservato, aggiungendo quindi ''per tutti noi che rappresentiamo le istituzioni questa e' la giornata della memoria ma anche e soprattutto dell'impegno''.

Letta ha poi ricordato, a proposito della tragedia del Vajont, ''le inadempienze dello stato e del sistema, la prevenzione scarsa e soprattutto il non tener conto della fragilita' del nostro territorio, dell'importanza della nostra montagna e del fatto che va curata con attenzione''.

Un tema che la presidente Serracchiani aveva affrontato nel suo intervento, sottolineando ''la fragilita' di questo territorio e l'esigenza, come avra' fatto anche il presidente del Veneto Zaia, ricordando l'impegno che abbiamo preso come presidenti delle Regioni, di un piano contro il dissesto idrogeologico che potrebbe esser portato avanti dalle Regioni, anche al di fuori del patto di stabilita', per mettere in sicurezza il territorio, creare un volano di economia e lavoro e, soprattutto proteggere la nostra gente''.

La presidente ha infine ringraziato Letta per la sua, sensibilita' e per un gesto che per la Regione Friuli Venezia Giulia e' di straordinaria importanza''. Notando che martedi' prossimo il Governo affronta il tema del patto di stabilita' Letta, a proposito della proposta della presidente, ha detto ''ne parleremo nelle sedi istituzionali e affronteremo non solo il tema del dissesto idrogeologico ma anche piu' in generale quello di una nuova cultura ed una nuova normativa sul corretto consumo del suolo''.

fdm/mar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari