domenica 22 gennaio | 13:55
pubblicato il 03/ott/2013 16:46

Vajont: Carrozza, i libri di storia ricordino tragedia

(ASCA) - Longarone (BL), 3 ott - Dopo il ministro Andrea Orlando ed il Capo della Protezione Civile Franco Gabrielli, anche il ministro dell'istruzione, Chiara Carrozza e' salita sul Vajont, a 50 anni dalla tragedia che costo' 1910 vittime, per chiedere scusa a nome dello Stato e per assicurare che quel drammatico evento entrera' nei libri di storia.

''Dobbiamo fare in modo che cose del genere non accadano mai piu' e permettere una riconciliazione di questi superstiti, di questo Paese, di chi ha vissuto questa tragedia, con le istituzioni per tutto quello che e' accaduto'' ha detto il ministro a margine di una ricognizione che ha definito ''impressionante''. Il 9 ottobre l'anniversario, il 4 una delegazione di superstiti ed amministratori sara' ricevuta al Quirinale. Al sindaco di Longarone, Roberto Padrin, che ha fatto notare come nei libri scolastici non si trovi una riga dedicata a quanto accadde la notte del 9 ottobre 1963, e che, pertanto, bisogna riparare, Carrozza ha risposto: ''Penso che questa sia una richiesta piu' che lecita, la storia contemporanea si studia troppo poco. Scriverne significa prima di tutto rendere giustizia di quello che e' accaduto e poi riflettere sul futuro e far si che si capisca che queste cose non devono avvenire mai piu' e che lo sviluppo economico deve essere compatibile e sostenibile con l'ambiente. Non si puo' pensare che produrre energia abbia un valore in se', se poi c'e' il rischio che accadano queste tragedie''. Ma dei risvolti tecnico-scientifici, oltre che umani, di questa tragedia dovrebbero occuparsi anche le universita'. ''Mi impegnero', se continuero' a restare al Governo, ma anche come semplice ricercatrice, a fare in modo che del Vajont possano trattare le tesi di laurea e ogni altra forma di studio universitario.

Soprattutto ai fini della prevenzione e in particolare di una correlazione piu' puntuale tra sviluppo economico e rispetto dell'ambiente. Che qui non c'e' stata, come ha accertato il processo de L'Aquila''.

fdm/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4