sabato 21 gennaio | 14:58
pubblicato il 08/gen/2015 21:02

Vacciani e Simeoni espulsi da gruppo M5S, nonostante assemblea

Pd attacca: ordine di Casaleggio-Kim Kim Jong-Un, è dittatura

Vacciani e Simeoni espulsi da gruppo M5S, nonostante assemblea

Roma, 8 gen. (askanews) - Il capogruppo del Movimento 5 stelle al Senato Alberto Airola ha firmato l'espulsione dal gruppo di Giuseppe Vacciano e Ivana Simeoni, 24 ore dopo che l'assemblea dei senatori M5S si era espressa riunita sul caso decidendo di non procedere ora all'espulsione dei due parlamentari pontini. I quali, insieme al deputato Cristian Iannuzzi, avevano annunciato a dicembre le dimissioni dalla carica di parlamentare (che devono essere ratificate da un voto dell'aula), in dissenso con la gestione verticistica del movimento. I tre parlamentari avevano precisato di non voler abbandonare il movimento.

A chiedere al capogruppo Airola di procedere comunque all'espulsione sarebbe stato il co-fondatore M5S Gianroberto Casaleggio, contro il quale hanno puntato il dito diversi senatori del Pd."Kim Jong-Un' Casaleggio ha chiesto il pugno di ferro ed il fedele capogruppo Airola ha espulso, nonostante il parere contrario del gruppo M5S, i senatori Vacciano e Simeoni. La democrazia di Grillo è ormai sempre più ispirata alla Corea del Nord", ha affermato la senatrice Laura Cantini. "Il gruppo parlamentare del M5S respinge l'espulsione di due senatori, il capogruppo Alberto Airola ignora il voto del gruppo e butta fuori dal movimento i colleghi Vacciano e Simeoni. La dittatura di Casaleggio e Grillo è incompatibile con un sistema parlamentare", ha fatto eco il senatore Mario Morgoni, componente della direzione Pd.

Il gruppo parlamentare del M5S Senato, con una nota, ha voluto "precisare che nell'assemblea di ieri, 7 gennaio 2015, non vi è stata alcuna votazione finalizzata a respingere le dimissioni dei portavoce Giuseppe Vacciano e Ivana Simeoni, come scritto dai giornali, ma si è semplicemente deciso per una temporanea sospensione della questione, anche considerato l'incarico di Tesoriere del senatore Vacciano. Tuttavia, al fine di evitare ogni disparità di trattamento rispetto a casi analoghi precedenti e a causa di evidenti strumentalizzazioni da parte della stampa, il capogruppo in carica Alberto Airola ha oggi firmato la cessazione dell'appartenenza dei due senatori dal gruppo parlamentare del M5S, la quale come da norma verrà inviata al presidente del Senato Piero Grasso".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
M5s
Ue, Grillo: Alde? Si vergogni chi si è rimangiato la parola data
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4