giovedì 19 gennaio | 22:48
pubblicato il 09/set/2013 16:10

Universita': abrogato bonus maturita'. Tutte le misure del nuovo decreto

Universita': abrogato bonus maturita'. Tutte le misure del nuovo decreto

(ASCA) - Roma, 9 set - Su proposta del presidente del Consiglio, Enrico Letta e del ministro dell'Istruzione, Universita' e Ricerca, Maria Chiara Carrozza, il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge dal titolo ''L'Istruzione riparte'' che punta a garantire un miglior avvio del nuovo anno scolastico e accademico.

Per quanto riguarda l'Universita' di seguito una scheda riassuntiva dei principali provvedimenti adottati dall'attesa riforma.

WELFARE DELLO STUDENTE - 100 milioni per aumentare il Fondo per le borse di studio degli studenti universitari a partire dal 2014 e per gli anni successivi. Lo stanziamento e' dunque consolidato e non temporaneo.

POTENZIAMENTO DELL'OFFERTA FORMATIVA - Detrazioni fiscali al 19% anche per le donazioni a favore di universita' e istituzioni di Alta formazione artistica. Le donazioni dovranno riguardare innovazione tecnologica, ampliamento dell'offerta formativa, edilizia. MISURE DI SEMPLIFICAZIONE - Il cosiddetto bonus maturita' e' abrogato. Una commissione e' attualmente al lavoro per definire proposte alternative per la valorizzazione del percorso scolastico. A partire dall'anno accademico 2013/2014, l'importo dei contratti dei medici specializzandi e' determinato a cadenza triennale e non piu' annuale.

L'ammissione alle scuole di specializzazione avverra' sulla base di una graduatoria nazionale. La durata del permesso di soggiorno degli studenti stranieri e' allineata a quella del loro corso di studi o di formazione, nel rispetto della disciplina vigente sulle certificazioni degli studi e dei corsi formativi.

QUALITA' DELLA RICERCA SCIENTIFICA - Per valorizzare il merito e l'eccellenza nella ricerca, la quota premiale del fondo di finanziamento degli enti di ricerca (almeno il 7% del Fondo totale) e' erogata, in misura prevalente, in base ai risultati ottenuti nel procedimento di valutazione della qualita' della ricerca (Vqr). Ricercatori, tecnologi e personale di supporto alla ricerca, per un massimo di 200 unita', potranno essere assunti dall'Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia per attivita' di protezione civile, di sorveglianza sismica e vulcanica, nonche' di manutenzione delle reti di monitoraggio. Sono previste misure per facilitare l'assunzione di ricercatori e tecnologi da parte degli enti di ricerca.

red-stt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
D'Alema: con Renzi non vinceremo mai, leader e premier nuovi
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
Terremoti
Blog Grillo: col cuore in Abruzzo. E' il momento di essere uniti
Terremoti
Terremoto, Gentiloni presiede a Rieti vertice Protezione Civile
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale