sabato 03 dicembre | 10:45
pubblicato il 31/mar/2011 14:21

Unità Italia/Quirinale: Divario Nord-Sud rimane tema prioritario

Auguri Napolitano a Associazione sviluppo industria nel Sud

Unità Italia/Quirinale: Divario Nord-Sud rimane tema prioritario

Roma, 31 mar. (askanews) - Il divario tra Nord e Sud del Paese rimane una questione "prioritaria". Lo ha ricordato il segretario generale della presidenza della Repubblica Donato Marra, nel saluto portato a nome del presidente Giorgio Napolitano al convegno organizzato dall' 'Associazione per lo sviluppo dell'industria nel Mezzogiorno'. Marra ha espresso l' "apprezzamento" del capo dello Stato per l'iniziativa, nel corso della quale è stato presentato il 'Messaggio delle isitituzioni meridionaliste per i 150 anni dell'Unità d'Italia'. "Una corretta lettura della stagione risorgimentale - ha detto Marra - non può prescindere dalla constatazione che quel tumultuoso processo lasciò irrisolte gravi e complesse questioni, alcune delle quali hanno accompagnato le vicende del Paese fino ai nostri giorni. Fra queste, come non ha mancato di sottolineare il presidente della Repubblica nel suo discorso pronunciato dinanzi al Parlamento in seduta comune in occasione dell'apertura delle celebrazioni del 150mo anniversario dell'Unità d'Italia, mantiene assoluta priorità la questione del divario tra Nord e Sud, che si colloca 'al centro delle nostre preoccupazioni e responsabilità nazionali e sul quale pesa l'oscurarsi della consapevolezza delle potenzialità che il Mezzogiorno offre per un nuovo sviluppo complessivo del Paese e che sarebbe fatale per tutti non saper valorizzare'". "Anche per questo, - ha aggiunto Marra - il centocinquantenario può e deve diventare l'occasione per una profonda riflessione critica, definita più volte dal capo dello Stato 'un esame di coscienza collettivo' cui nessuna parte del Paese può sottrarsi. In questa prospettiva, il documento redatto dalle istituzioni meridionaliste costituisce un passo importante cui deve corrispondere l'impegno di tutti per mettere a frutto le risultanze di comuni sforzi di riflessione ed elaborazione".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari