lunedì 23 gennaio | 07:49
pubblicato il 22/mar/2011 17:40

Unità Italia/ Maggioranza battuta al Senato,ddl su festa in Aula

Lega non vota in commissione, Pd e Idv: "sono in difficoltà"

Unità Italia/ Maggioranza battuta al Senato,ddl su festa in Aula

Roma, 22 mar. (askanews) - Nonostante la debacle della maggioranza in commissione Affari Costituzionali del Senato, dove oggi è stata battuta col risultato che è passato un emendamento dell'Idv che impone la celebrazione ogni anno del 17 marzo come giorno dell'indipendenza nazionale, il testo del ddl che converte in legge la festa di celebrazione del 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia approda all'Aula di palazzo Madama. Il dato politico più rilevante della sconfitta della maggioranza in commissione, però, non è il contenuto dell'emendamento Idv, che verrà corretto dall'Aula, quanto piuttosto la difficoltà della discussione su questo ddl, sul quale si registra la mancata partecipazione al voto da parte dei senatori leghisti. Gli esponenti del Carroccio, infatti, non hanno votato in commissione, dove pure il mandato al relatore Andrea Pastore (Pdl) è passato a larghissima maggioranza. Certo, i leghisti hanno assicurato che domani mattina voteranno il testo finale del ddl, ma quel che teme il Pdl, adesso, è una qualche sorta di imboscata in Aula, con qualche capitombolo su emendamenti presentati dall'opposizione. Intanto, dai banchi della minoranza si alzano voci molto critiche nei confronti del Carroccio. Per Enzo Bianco, capogruppo del Pd in commissione Affari Costituzionali del Senato, "il Pdl ha deciso di votare contro l'emendamento dell'Idv che trasformava il 17 marzo di ogni anno nella 'Giornata dell'indipendenza della nazione e della indivisibilità della Repubblica', dimostrando una subordinazione inaccettabile al Carroccio. La Lega, inoltre, ha deciso di non partecipare al voto finale in commissione sul decreto che ha istituito festa del 17 marzo. l'ennesimo sfregio a un valore e a un sentimento che unisce il Paese intero, da Nord a Sud". Anche da Francesco Pancho Pardi, senatore dell'Idv, parole di biasimo nei confronti della maggioranza, che appare "in difficoltà anche a palazzo Madama". La maggioranza, infatti, secondo il senatore è andata sotto due volte, una volta sull'emendamento al ddl del 17 marzo, l'altra sul parere al ddl sul nucleare. "Gli assenti di Pdl e Lega in commissione non sono stati sostituiti da loro colleghi, segno evidente - è la constatazione di Pardi - dello sfaldamento della maggioranza".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4