martedì 28 febbraio | 03:13
pubblicato il 11/feb/2011 20:27

Unità Italia/ Braccio di ferro Napolitano-Durnwalder sul 17 marzo

Calderoli: incostituzionale non lavorare. Monito La Russa a Lega

Unità Italia/ Braccio di ferro Napolitano-Durnwalder sul 17 marzo

Roma, 11 feb. (askanews) - Continua il braccio di ferro tra il Quirinale e il presidente della provincia di Bolzano che non ha intenzione di partecipare ai festeggiamenti per l'unità d'Italia, una polemica che attraversa anche la stessa maggioranza con un botta e risposta tra i ministri Roberto Calderoli e Ignazio La Russa. L'appello del capo dello Stato a Luis Durnwalder è stato rimandato al mittente, mentre a Calderoli che definisce "incostituzionale" il giorno di festa del 17 marzo, risponde il ministro della Difesa con una velata minaccia sul federalismo. Ieri, Giorgio Napolitano aveva scritto una lettera al presidente della Provincia Autonoma di Bolzano esprimeno "sorpresa e rammarico" per le espressioni usate da Durnwalder: per il capo dello Stato, il presidente della provincia di Bolzano non può parlare a nome di una pretesa "minoranza austriaca" dimenticando di rappresentare anche le popolazioni di lingua italiana e ladina, e soprattutto che la stessa popolazione di lingua tedesca è italiana e tale si sente nella sua larga maggioranza. Richiamo che non sembra avere avuto effetto: "Non capisco Napolitano cosa c'è da stupirsi?", ha detto in serata Durnwalder: "Noi abbiamo un'altra storia. Siamo una minoranza austriaca che vive in Italia e il 70% non ha nulla da festeggiare. Nessuno puo costringermi. Non mi possono obbligare: io rispetto chi vuole festeggiare nelle ultime elezioni ho avuto 100.000 preferenze, non possono dirmi che non rappresento la maggioranza.Dico le stesse cose che dicono Bossi e Calderoli e nessuno si scandalizza". E ad alzare ulteriormente il livello della discussione ha oggi contribuito proprio Calderoli: il 17 marzo si deve lavorare, ha detto il ministro leghista, o la norma risulterebbe incostituzionale in quanto "la legge in oggetto" sarebbe "priva di copertura. Un evento significativo quale il 150esimo dell'Unità d'Italia può essere celebrato degnamente lavorando o andando a scuola e non restando a casa". Secca la risposta di La Russa: "Anche sul federalismo ci dovrà essere un parere della commissione Bilancio (invocata da Calderoli a sostegno della tesi dell'incostituzionalità, ndr). Bisogna superare gli ostacoli: come si stanno superando sul federalismo, con la stessa forza bisogna cercare di superarli per una celebrazione fondamentale come l'Unità d'Italia". Insomma, se la Lega insiste sul 17 marzo, gli ex An del Pdl potrebbero mettere in discussione il federalismo.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech