martedì 17 gennaio | 18:34
pubblicato il 17/mar/2011 11:26

Unità Italia/ Berlusconi scherza: Non lascio paese a comunisti

A gruppetto di sostenitori. "Vado avanti, resto per difendermi"

Unità Italia/ Berlusconi scherza: Non lascio paese a comunisti

Roma, 17 mar. (askanews) - "Vado avanti. Non lascio il paese ai comunisti". Con questa battuta il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha scherzato, stamane, con un gruppo di persone che lo ha applaudito al suo arrivo alla cerimonia per i 150 anni dell'unità d'Italia all'Altare della patria. "Resto per difendermi", ha detto il premier a quanto riferito da chi era presente.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Centrodestra
Salvini sfida Berlusconi su leadership. Cav: io ancora decisivo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa