lunedì 05 dicembre | 11:49
pubblicato il 17/mar/2011 11:26

Unità Italia/ Berlusconi scherza: Non lascio paese a comunisti

A gruppetto di sostenitori. "Vado avanti, resto per difendermi"

Unità Italia/ Berlusconi scherza: Non lascio paese a comunisti

Roma, 17 mar. (askanews) - "Vado avanti. Non lascio il paese ai comunisti". Con questa battuta il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha scherzato, stamane, con un gruppo di persone che lo ha applaudito al suo arrivo alla cerimonia per i 150 anni dell'unità d'Italia all'Altare della patria. "Resto per difendermi", ha detto il premier a quanto riferito da chi era presente.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari