sabato 25 febbraio | 15:18
pubblicato il 31/mar/2015 18:19

Unipol, Cassazione conferma prescrizione per Silvio Berlusconi

L'ex premier dovrà versare 80 mila euro di risarcimento a Fassino

Unipol, Cassazione conferma prescrizione per Silvio Berlusconi

Milano, 31 mar. (askanews) - Si è chiusa con la prescrizione del reato il caso giudiziario che aveva travolto Silvio Berlusconi e il fratello Paolo per il cosiddetto "passaggio di mano" della telefonata tra l'allora segretario dei Ds Piero Fassino e l'ex numero uno di Unipol Giovanni Consorte ("allora, abbiamo una banca?", la domanda rivolta dal politico al banchiere) intercettata dai magistrati milanesi titolari dell'inchiesta sulle scalate bancarie e poi pubblicata sulla prima pagina de 'Il Giornale' il 31 dicembre 2005, quando il suo contenuto era ancora coperto da segreto istruttorio. La Corte di Cassazione ha confermato l'estinzione del reato per intervenuta prescrizione già disposta nel marzo 2014 dalla Corte d'Appello di Milano a carico dei fratelli Berlusconi.

(segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Sinistra
Nasce il movimento degli ex Pd, primo nodo il rapporto col governo
Pd
Pd, commissione unanime: primarie 30 aprile. Renziani: via alibi
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech