martedì 06 dicembre | 07:25
pubblicato il 28/lug/2014 18:30

Unioni civili: senatori Pd, nessun passo indietro

(ASCA) - Roma, 28 lug 2014 - ''Sulle unioni civili, non sono previsti passi indietro o altre perdite di tempo. Il disegno di legge del governo non potra' che partire dal modello tedesco, come ha piu' volte confermato il premier Renzi.

L'Italia e' praticamente l'unico paese nella Ue 28 a non averle istituite, un ritardo che va colmato nel piu' breve tempo possibile''. Lo affermano i senatori dem Laura Cantini, Nadia Ginetti, Andrea Marcucci e Stefania Pezzopane. ''C'e' una posizione prevalente nel Pd ed anche in Parlamento-sottolineano i parlamentari- come hanno dimostrato i lavori della commissione Giustizia. Il testo del governo servira' ad affermare una posizione condivisa, lasciando in un angolo gli appassionati di nuove ed improbabili guerre di religione'', concludono i senatori.

com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Italicum a rischio, è già dibattito sulla nuova legge elettorale
Riforme
Dopo il voto Renzi dimissionario al Colle. Mattarella arbitro
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Stamattina colloquio informale Mattarella-Renzi al Quirinale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari