domenica 04 dicembre | 11:21
pubblicato il 15/feb/2014 12:00

Un centinaio in piazza a Torino con la Lega su immigrati, è flop

Borghezio: la gente ha avuto paura e non è venuta

Un centinaio in piazza a Torino con la Lega su immigrati, è flop

Torino, 15 feb. (askanews) - Un centinaio di leghisti hanno dato vita, questo pomeriggio, ad una fiaccolata contro l'immigrazione clandestina. In testa al corteo c'erano Roberto Cota e Mario Borghezio che reggevano insieme ai militanti della Lega nord un lungo striscione con la scritta "Per la legalità". Sulla carta la manifestazione era contro gli immigrati clandestini è infatti è partita da Porta Palazzo, zona multietnica della città di Torino, ma strada facendo il vero bersaglio dei cori dei leghisti sono stati i "giudici rossi che hanno annullato le regionali del 2010" e che si sono macchiati di un vero e proprio "attentato alla democrazia". Il corteo è finito dopo circa un'ora davanti a Palazzo Civico, dove gli stessi leghisti hanno ammesso uno scarsa partecipazione da parte dei torinesi. "La gente ha avuto paura di venire perché il corteo della Lega partiva da Porta Palazzo che è come noto è una delle zone più invivibili della città", è stata la giustificazione del flop della fiaccolata da parte di Mario Borghezio. Cota, davanti a Palazzo Civico, ha tenuto un breve comizio dai toni piuttosto concitati contro il Consiglio di Stato che ha "annullato elezioni di cui non è mai stato in discussione il risultato, perché i voti che hanno dato i piemontesi erano veri". Il governatore piemontese, alla sua prima uscita pubblica dopo la pronuncia del Consiglio di Stato, ha detto chiaramente che non si ricandiderà alle prossime elezioni regionali e con tutta probabilità neanche alle prossime europee. Il suo non è un addio alla politica "ho ancora voglia di lavorare e di fare politica, credo nella Lega, di cui sono segretario. Non è necessario andare alle europee per fare politica", ha concluso.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari