sabato 03 dicembre | 14:54
pubblicato il 15/gen/2013 11:47

Ue/Regioni: Serracchiani, Fvg escluso da fondi Croazia-Italia

(ASCA) - Trieste, 15 gen - ''Il Friuli Venezia Giulia e' fuori dalla lista delle zone di cooperazione eleggibili nel nuovo programma Croazia-Italia''. Lo afferma l'europarlamentare Debora Serracchiani, che e' candidata alla presidenza della Regione. ''Come atteso, la Commissione europea proporra' un nuovo Programma di cooperazione transfrontaliera interna Croazia-Italia - spiega Serracchiani - in quanto la Croazia sara' partner Ue a pieno titolo. Nella proposta stilata dalla Commissione europea, relativa ai Programmi di cooperazione territoriale europea 2014-2020 e diretta allo Stato e alle Regioni italiane, l'elenco delle aree italiane che potranno usufruire dei Fondi europei di sviluppo regionale comprende Venezia, Padova, Rovigo, Ferrara, Ravenna, Forli'-Cesena, Rimini, Pesaro e Urbino, Ancona, Macerata, Fermo, Ascoli Piceno, Teramo, Pescara, Chieti, Campobasso, Foggia, Barletta-Andria-Trani e Bari. Dunque, se nulla cambiera', nessun territorio del Fvg sara' compreso tra le ''core areas' che potranno beneficiare dei fondi che saranno stanziati dall'Europa''.

Rendendo noto di aver presentato un'interrogazione prioritaria alla Commissione in cui evidenzia che ''il rapporto tra la regione autonoma Friuli Venezia Giulia e la Croazia e' contrassegnato da profonde radici storiche, dalla sottoscrizione di protocolli di collaborazione con le regioni croate Litoraneo Montana e istriana, da incontri di vertice, e da progettualita' nei campi piu' diversi, fino alle iniziative che, dalla costituzione della Comunita' Alpe Adria nel 1978, hanno portato all'Euroregione'', Serracchiani chiede che ''questa lacuna del Programma Italia-Croazia sia risarcita nel corso delle prossime negoziazioni''.

Per Serracchiani ''quella del Friuli Venezia Giulia e' un'esclusione palesemente assurda che dovra' essere assolutamente riparata nei successivi negoziati del Governo con la Commissione. In ogni caso, si dimostra ancora il ritardo con cui la Giunta Tondo ha affrontato le questioni della politica europea d'interesse regionale: mentre noi veniamo tagliati fuori, il Veneto ha gia' da un mese approvato una delibera di Giunta con cui - ha concluso - si candida ad essere Autorita' di Gestione del prossimo programma Italia-Croazia 2014-2020.

fdm/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari