giovedì 08 dicembre | 03:48
pubblicato il 03/set/2013 18:18

Ue/bilancio: Morganti (Edf), Consiglio compra Stati per favorire accordo

(ASCA) - Bruxelles, 3 set - L'accordo raggiunto ieri sul budget dell'Ue riferito al 2014 e' stato possibile solo grazie alla concessione di soldi in piu' a Italia, Francia e Spagna, con il Consiglio Ue che per esaudire le richieste dei tre Stati membri ha ridotto i fondi destinati a crescita e occupazione. A denunciarlo e' Claudio Morganti, deputato toscano sospeso dalla Lega e coordinatore del gruppo Eld in commissione Bilanci del Parlamento europeo. E' stato stabilito dagli Stati membri che per il solo 2014 l'Ue avra' 142,2 miliardi di euro di impegni e 135 miliardi di spesa dei complessivi 960 miliardi di impegni e 908 miliardi di spesa per l'intero periodo settennale 2014-2020. L'intesa ha visto l'astensione di Gran Bretagna, Danimarca e Belgio.

''Nessuno dice che il quadro finanziario e' passato solo perche' l'Europa ha pensato bene di 'regalare', quest'anno, cento milioni di euro in piu' alla Francia, trenta all'Italia e venti alla Spagna'', sostiene Morganti.

Come spiega, la Commissione europea avrebbe proposto di dare maggiori risorse economiche a Francia, Italia e Spagna perche' i tre paesi accettassero le condizioni del budget settennale europeo 2014-2020 permettendo quindi di andare avanti coi negoziati. I tre Stati membri in questioni, sostiene Morganti, ''erano quelli che facevano piu' resistenza nei confronti dei tagli al bilancio Ue'', ma a loro ''sono stati dati questi soldi, nell'ambito del Fondo sociale europeo, per combattere la disoccupazione giovanile''. Per l'europarlamentare ex Lega ''in sostanza l'Ue li ha pagati perche' i negoziati andassero avanti, senza subire ulteriori stalli''. E non sarebbe finita qui. Il Consiglio, denuncia ancora Morganti, ''ha deciso di tagliare del 3,6% i pagamenti per la rubrica che riguarda la crescita e lo sviluppo rispetto alla posizione della Commissione'', per tagliare. Di fronte a quella che Morganti definisce ''l'evidente schizofrenia del Consiglio'' il Belgio si e' astenuto dal votare il bilancio 2014, ''proprio perche' l'Europa dovrebbe smetterla di prendere impegni che poi e' incapace di rispettare''.

bne/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni