sabato 03 dicembre | 15:26
pubblicato il 06/feb/2013 13:45

Ue/Bilancio: Monti, non sia nel segno della restrizione

Ue/Bilancio: Monti, non sia nel segno della restrizione

(ASCA) - Verona, 6 feb - ''L'Italia sostiene che l'Ue non possa parlare di crescita come politica economica europea e poi adottare un bilancio settennale che e' nel segno della restrizione''. Lo ha detto il premier uscente Mario Monti a Verona.

''Stiamo cercando un miglioramento - ha continuato Monti - sulla qualita' europea pro-crescita del bilancio. Inoltre consideriamo essenziale avere miglioramenti per il modo in cui l'Italia sara' nel bilancio, come contributi dell'Ue all'Italia e viceversa''.

''Questo e' uno dei casi - ha concluso il presidente del Consiglio - in cui e' legittimo far valere un interesse nazionale all'interno dell'Ue. Nel bilancio ci deve essere un atteggiamento di crescita e non di ripiegamento ne' rassegnazione''.

fdm/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari