giovedì 23 febbraio | 20:20
pubblicato il 01/feb/2013 09:45

Ue/Agricoltura: Durnwalder, servono tutele per realta' montagna

(ASCA) - Bolzano, 1 feb - Prevedere misure di tutela delle realta' di montagna nelle nuove linee guida UE in materia di politica agraria: e' la richiesta ribadita dal presidente della Provincia di Bolzano Luis Durnwalder a Bruxelles nell'incontro con Paolo De Castro, Presidente della Commissione agricoltura del Parlamento europeo. L'attuale programma potrebbe essere prorogato di un anno. Sulle misure specifiche a favore dell'agricoltura di montagna e su un'equita' di trattamento tra gli agricoltori hanno insistito sia il presidente Luis Durnwalder che l'europarlamentare altoatesino Herbert Dorfmann nell'incontro di ieri a Bruxelles con Paolo De Castro, presidente della Commissione agricoltura dell'Europarlamento. Riguardo alla concessione degli aiuti, la futura PAC prevede ad esempio la definizione di agricoltore attivo: Durnwalder ha ribadito la contrarieta' alla proposta che vorrebbe identificare l'agricoltore attivo come agricoltore full-time. ''In Alto Adige oltre il 60% degli agricoltori e' part-time e ha un'attivita' secondaria e il loro ruolo e' fondamentale per il mantenimento dei territori difficili. Limitare l'accesso agli aiuti ai soli contadini full-time determinerebbe un pericoloso processo di abbandono dell'agricoltura attiva dai territori di montagna''. Con De Castro si e' discusso inoltre dei pagamenti diretti, la principale forma di sostegno all'agricoltura anche per il periodo 2014-2020. Durnwalder invita ad attivare un processo di convergenza degli aiuti diretti per garantire equita' di trattamento almeno tra gli agricoltori di uno stesso Stato ''ed evitare le disparita' attuali tra un allevatore della pianura, maggiormente sostenuto, e un allevatore di montagna. A favore delle aree svantaggiate si potrebbero prevedere azioni di compensazione attraverso i fondi strutturali.'' Piu' in generale, Durnwalder e Dorfmann hanno auspicato che nelle nuove regole UE si tenga conto della specificita' dell'agricoltura di montagna per garantire equita' di sostegno a tutti gli agricoltori comunitari. Il presidente De Castro ha approfondito i vari punti e ha preannunciato la concreta possibilita' che l'attuale programma venga prorogato di un anno e dotato di mezzi aggiuntivi: il nuovo programma PAC potrebbe partire quindi solo nel 2015 e forse concludersi nel 2021. A tenere banco nella sessione del Comitato delle Regioni a Bruxelles e' stato il prossimo bilancio UE 2014-2020, sul quale incombono tagli per 100 miliardi di euro. Durnwalder e i colleghi governatori hanno rinnovato la richiesta di un bilancio che sia almeno pari, in termini di stanziamenti di impegno, a quello del periodo finanziario 2007-2013. Il CdR ha ribadito che il bilancio UE dev'essere in grado di rilanciare la crescita economica, contribuendo al raggiungimento degli obiettivi fissati nella strategia Europa 2020. Il CdR e' contrario alla riduzione degli stanziamenti per la politica di coesione, ''che resta il principale strumento per far leva sugli investimenti pubblici e privati al fine di uscire dalla crisi a beneficio di tutti i cittadini europei'', ha detto Durnwalder.

com/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech