domenica 04 dicembre | 13:59
pubblicato il 18/ott/2013 15:13

Ue: Zaia, Macroregione alpina una grande comunita' coesa

(ASCA) - Venezia, 18 ott - Uno strumento di coordinamento delle politiche e dei fondi transnazionali, per garantire crescita, equita' e sviluppo sostenibile in quelle Regioni alpine, tra le piu' sviluppate d'Europa, che costituiscono insieme un'area di oltre 450 mila chilometri quadrati in cui vivono di 70 milioni di persone. E' questo l'obiettivo dello storico accordo sottoscritto oggi a Grenoble, in Francia, dai presidenti delle Regioni e delle Province autonome dell'arco alpino, denominato ''Strategia Macroregionale per la Regione Alpina''.

''Oggi abbiamo sancito l'unione di soggetti istituzionali i cui territori insieme costituiscono il cuore dell'Europa - ha detto il governatore veneto Luca Zaia - ed e' la sublimazione di un continente che cambia e che deve vedere protagoniste sempre piu' quelle comunita' omogenee che, condividendo strategie di sviluppo, unitamente affrontano le grandi sfide comuni a cui sono attese, come dimostrano gli incoraggianti risultati sin qui conseguiti dalle due Macroregioni del Baltico e del Danubio. E soprattutto sull'utilizzo delle risorse comunitarie, sulle finalita' dei programmi finanziati con fondi europei, che prima ancora degli Stati dovranno essere le Macroregioni i principali interlocutori dell'UE''.

Il Parlamento Europeo si e' gia' detto favorevole alla strategia macroregionale, percorso avviato dalle Regioni lo scorso anno, che ha ottenuto l'adesione degli Stati alpini e che sara' formalizzata dal Consiglio europeo dei Capi di Stato e di Governo il prossimo 19 dicembre. ''Importante - ha sottolineato Zaia - e' il riconoscimento da parte dell'Europa del ruolo delle Regioni nella 'governance multilivello', piu' vicina alle esigenze dei cittadini e piu' attiva nel cercare di superare la crisi. Per quanto riguarda il Veneto in particolare, non e' piu' terra di confine e a dimostrare che la nostra Regione ha pienamente recuperato la sua centralita' geografica e' il ruolo di primo piano che sta svolgendo nella riorganizzazione del continente, attraverso iniziative come questa, ma anche come l'''Euroregio Senza Confini'', costituita insieme a Friuli V.G. e Carinzia e aperta a Slovenia e Istria Croata e come la Macroregione Adriatico Ionica''.

''Proprio per il ruolo importante che stiamo svolgendo in questo contesto - ha concluso Zaia -, ho chiesto al Ministro Moavero di sostenere a Bruxelles la candidatura del Veneto ad autorita' di gestione del Programma di cooperazione territoriale Italia-Croazia nel prossimo ciclo finanziario europeo 2014-2020''.

fdm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari